iscrizionenewslettergif
Poesie

“Orribile notte d’insonnia” di Paul Verlaine

Di Redazione20 settembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Senza la presenza benedetta
del tuo caro corpo accanto a me,
senza la tua bocca tanto baciata
anche se troppo scaltra
e sempre in malafede,
senza la tua bocca tutta menzogne,
ma così franca quando ci penso
e che sa consolarmi
sotto l’aspetto e la specie
di una fragola – e, buona commedia! –
di un plausibilissimo parlare,
e soprattutto il pentacolo
dei tuoi sensi e il miracolo
multiplo e uno, fiore e frutto,
dei tuoi duri occhi di strega,
duri e dolci a modo tuo…
Buon Dio! che terribile notte!

“Il mare” di Joseph Conrad

800px-Sea_storm_in_pacifica_1 Il mare non è mai stato amico dell'uomo. Tutt'al più è stato complice della sua ...

“La rosa bianca” di Attilio Bertolucci

22090419-white-rose1 Coglierò per te l'ultima rosa del giardino, la rosa bianca che fiorisce nelle prime nebbie. Le avide api l'hanno ...