iscrizionenewslettergif
bergamosvil1png
Politica

Il Pdl presenta la nuova legge sui parchi

Di Redazione14 settembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Carlo Saffioti

Carlo Saffioti

BERGAMO — Il 4 agosto scorso è stata approvata la nuova legge regionale sui parchi, destinata a rivoluzionare l’assetto degli enti gestori delle aree protette lombarde. Per far chiarezza sulla legge, aiutando le amministrazioni locali e gli operatori coinvolti, il Popolo della Libertà di Bergamo ha organizzato un convegno sulla “Nuova organizzazione degli enti gestori dei parchi”.

A introdurre il tema, Carlo Saffioti, presidente dell’VIII commissione del consiglio regionale (Agricoltura, Parchi, Risorse idriche) e relatore della legge, mentre l’approfondimento tecnico spetterà ad Anna Bonomo, Dirigente U.O. Parchi, Rete Natura 2020 di Regione Lombardia. A coordinare gli interventi, Giuseppe Bettera, capogruppo PDL in Provincia di Bergamo.

La legge 12 del 4 agosto 2011 disciplina la trasformazione in enti di diritto pubblico degli attuali consorzi di gestione dei parchi regionali (istituiti dalla legge regionale 30 novembre 1983 n. 86) e le modalità di organizzazione degli enti gestori dei parchi regionali, al fine di valorizzare le peculiarità del modello sovracomunale di gestione e organizzazione delle aree protette lombarde, preservarne il patrimonio e la biodiversità, quale obiettivo primario della gestione, promuovere il rilancio del sistema regionale (per garantirne la fruizione da parte dei cittadini e delle generazioni future) nonché migliorare l’efficacia della gestione e razionalizzare la spesa.

L’appuntamento è per venerdì 16 settembre 2011, alle ore 18.00, presso la Sala Nembrini della Casa del Giovane in via Gavazzeni 13, a Bergamo.

Trasporto pubblico, Misiani: la ribellione di Ceci è stupefacente

Antonio Misiani BERGAMO -- "La presa di posizione del vicesindaco del Comune di Bergamo, avv. Ceci - ...

La Lega voterà “no” all’arresto di Milanese

Marco Milanese ROMA -- Nonostante le forti perplessità dei maroniani, alla fine il capo Umberto Bossi ha ...