iscrizionenewslettergif
Mamme e Bimbi

Gravidanza: inutile eseguire il test Beta Hcg

Di Redazione7 settembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Beta Hcg

Beta Hcg

L’utilizzo del test ematico di gravidanza per prescrivere la pillola dei cinque giorni dopo non solo è inutile, ma da un punto di vista scientifico può essere considerato anche come un errore. Lo rivela Gian Benedetto Melis, Direttore della Clinica Ostetrica dell’Università di Cagliari e membro del gruppo di lavoro per la contraccezione d’emergenza della Sigo.

E’ infatti compito del medico, quando prescrive una terapia che può influire sulla gravidanza, escludere che questa sia in corso. In termini più concreti, se l’ultima mestruazione è avvenuta entro le quattro settimane precedenti, è già implicita l’assenza di gravidanza. Entro questo periodo non ha quindi alcun senso effettuare accertamenti biochimici ematici.

Nel caso in cui la mestruazione risale a più di quattro settimane, e la paziente ha quindi un ritardo mestruale, basta effettuare un semplice test di gravidanza su urine, oggi completamente sicuro e affidabile. E’ dunque inutile eseguire il dosaggio plasmatico del Beta Hcg che deve essere invece richiesto solo in una seconda istanza, ossia quando c’è la necessità di accertare l’epoca di gestazione. Utilizzare il prelievo ematico per accertare la gravidanza come test di primo livello diventa una barriera alla somministrazione della contraccezione d’emergenza.

Allattamento materno: favorito sviluppo intellettuale

allattamento al seno Ennesima conferma sui benefici dell'allattamento al seno. Uno studio condotto presso l’ "Institute for Social ...

Figli di fumatori, più assenze da scuola

Spot pubblicitario: la provocazione nel binomio bimbo-fumo I figli di fumatori fanno piu' assenze da scuola. Lo rivela uno studio del Massachusetts ...