iscrizionenewslettergif
Isola

Yara uccisa dalla taglierina di un piastrellista

Di Redazione6 settembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L'ormai celebre cantiere di Mapello

L'ormai celebre cantiere di Mapello

BREMBATE SOPRA — L’arma del delitto di Yara Gambirasio potrebbe essere una taglierina da muratore. E’ quello che sostiene il settimanale Oggi in un documentato articolo firmato da Giangavino Sulas.

L’attrezzo viene usato di solito per la posa di pavimenti, per regolare i bordi delle piastrelle da incollare ai pavimenti.

“L’arma – sostiene Sulas – è stata individuata da Cristina Cattaneo, l’anatomopatologa alla quale la Procura di Bergamo ha affidato l’autopsia. Il medico legale infatti ha scoperto su tutte le ferite una materiale particolare: i residuati delle piastrelle quando vengono ripulite con la taglierina. A questo punto la Cattaneo non ha avuto più dubbi: quei residui può averli lasciati solo l’attrezzo di un piastrellista”.

Il particolare si aggiungerebbe alla polvere di cemento già individuata sugli abiti e nei bronchi della ragazza. “Questo significa una sola cosa – sostiene il giornalista – Yara è stata rapita e trascinata in un cantiere dove ha lottato, si è difesa, è stata sbattuta per terra e ha vissuto tanto da respirare le polveri di quell’ambiente. Il collegamento con il famoso cantiere di Mapello è immediato perché tre giorni dopo la scomparsa i cani molecolari, dopo aver annusato un indumento di Yara, hanno puntato tutti su quel cantiere, e uno di questi cani ha addirittura condotto gli inquirenti all’interno di un deposito di materiale elettrico”.

Un ulteriore particolare, rilevato dal settimanale, potrebbe essere importante nella vicenda. Riguarda il muratore marocchino Mohammed Fikri, arrestato su una nave diretta in Marocco dopo una frase intercettata dalla dubbia traduzione e poi rilasciato perché aveva un alibi inattaccabile. Ebbene, secondo quanto riporta Oggi, oltre a lavorare nel cantiere di Mapello, Fikri avrebbe lavorato anche “in un capannone di Chignolo, a cento metri dal campo dove il 26 febbraio scorso fu ritrovato il corpo martoriato di Yara”.

Ubriaco investe 4 ragazzini: arrestato marocchino

I carabinieri in azione BREMBATE SOPRA -- Sabato notte ha investito due scooter con a bordo quattro ragazzini di ...

Torna Quarto Grado: le ultime novità su Yara

Quarto Grado BERGAMO -- Torna stasera alla 21 su Rete 4 la trasmissione televisiva settimanale Quarto Grado. ...