iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Italia

Melania, interrogati due militari dell’Esercito

Di Redazione6 settembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il luogo del ritrovamento del cadavere

Il luogo del ritrovamento del cadavere

TERAMO — Due sottufficiali dell’Esercito, uno dei quali in servizio al 235esimo reggimento Piceno di Ascoli, lo stesso di Salvatore Parolisi – sono stati ascoltati questa mattina dal sostituto procuratore Davide Rosati nell’ambito dell’indagine sul delitto di Melania Rea.

Dei due militari, interrogati per tre ore, non è stata diffusa l’identità. Data l’estrema delicatezza della vicenda e il riserbo mostrato dagli inquirenti, è possibile che i due abbiano fornito indicazioni importanti per le indagini sull’omicidio della mamma 29enne di Somma Vesuviana (Napoli) uccisa con 35 coltellate nel bosco delle Casermette di Ripe di Civitella del Tronto tra il 18 e il 20 aprile scorsi

Melania, la procura militare: fare chiarezza sulle molestie

Salvatore Parolisi ASCOLI PICENO -- Fare chiarezza, anche se, visto il numero di testimoni da ascoltare, servirà ...

Melania, caccia all’uomo che infierì sul cadavere

Il bosco delle Casermette TERAMO -- I magistrati di Teramo che indagano sull'omicidio di Melania Rea hanno interrogato due ...