iscrizionenewslettergif
Primo Piano

Insegnante precaria ottiene cattedra di ruolo dopo 37 anni

Di Redazione2 settembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Una scuola

Una scuola

CALTANISSETTA — Ottiene una cattedra di ruolo dopo 37 anni precariato. E’ una vicenda che rasenta l’assurdo quella di Vincenza D’Amico, insegnante di educazione artistica che oggi ha 63 anni e tra due andrà in pensione.

“Meglio tardi che mai – ha commentato commossa la donna – Ma sono contenta così. La vita va presa con filosofia e in questo modo ho potuto lavorare godendomi la famiglia”.

La donna, originaria di Mussomeli (Caltanissetta), ieri s’è presentata negli uffici dell’ex provveditorato accompagnata dal marito Fortunato Tuzzeo. Quando le hanno comunicato il traguardo raggiunto, è scoppiata in lacrime per l’emozione.

“Sono arrivata a questa età conservando la qualifica di precaria a causa delle strane norme della burocrazia scolastica – racconta la donna – Ho fatto per tanti anni l’insegnante migrante, senza mai poter mettere radice da qualche parte o in qualche scuola. Sono rimasta precaria per 37 anni. Adesso sarò di ruolo, anche se presto andrò in pensione. Vengo immessa in ruolo in un periodo di grave crisi: considero ciò una fortuna e mi viene da pensare a quelli che questo traguardo, con i tempi che corrono, rischiano di non raggiungerlo mai”.

Pedofilia, proposta choc di don Mazzi: chiudere i seminari

Don Mazzi PESARO -- "Le risposte della Chiesa in merito ai casi di pedofilia che sono emersi ...

Evasione fiscale: ecco come si combatte in Usa, Germania e Cina

La Guardia di finanza BERGAMO -- L'evasione fiscale. E' questo la questione di fondo del nostro paese. E mentre ...