iscrizionenewslettergif
Italia

Melania, i giudici: Parolisi smentito dalle indagini

Di Redazione1 settembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Salvatore Parolisi

Salvatore Parolisi

TERAMO — “Ciò che ha riferito è stato smentito dalle complete indagini dalla polizia giudiziaria”. Sono categorici i giudici del Tribunale del riesame di L’Aquila Giuseppe Romano Gargarella, Bianca Maria Serafini e Anna Maria Tracanna. Secondo loro Salvatore Parolisi mente su tutta la linea. E lo hanno scritto chiaramente nelle 23 pagine del provvedimento che ha confermato la carcerazione per il caporalmaggiore dell’esercito accusato dell’omicidio aggravato della moglie Melania Rea.

I giudici, dopo aver ascoltato le deposizioni spontanee e i difensori, dopo avere studiato l’articolata memoria difensiva, hanno messo nero su bianco anche i possibili moventi: quello sentimentale – cioè la relazione extraconiugale con Ludovica – e quello di “inconfessabili segreti relativi alla caserma”.

Secondo i magistrati, la relazione con l’ex allieva potrebbe avere determinato “lo stato di tensione interna che sarebbe deflagrato nell’episodio delittuoso”. In altre parole Parolisi si è trovato in “una situazione in cui non intravedeva una razionale via d’uscita. Uno stato psicologico avrebbe potuto indurlo all’omicidio, che sarebbe potuto essere o di carattere inconsulto ed estemporaneo, o caratterizzato invece da un minimo di premeditazione nell’agire”.

Il fratello: forse Salvatore non amava del tutto Melania

Salvatore Parolisi e Melania Rea TERAMO -- "Si sono fidanzati da giovani e sono stati insieme tanti anni. L’impressione che ...

Melania, Ludovica verrà interrogata dai magistrati

Ludovica Perrone TERAMO -- E alla fine toccherà anche a Ludovica. La soldatessa ex amante di Salvatore ...