iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Politica

Manovra, spunta il carcere per gli evasori fiscali

Di Redazione1 settembre 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Berlusconi e Tremonti

Berlusconi e Tremonti

ROMA — Era quello che tutti gli italiani onesti volevano sentire. Nella complessa manovra finanziaria allo studio, il governo lavora all’ipotesi del carcere per gli evasori fiscali.

Se si tratti di una boutade buona per la propaganda o di una possibilità concreta lo scopriremo presto. Certo che è che il ricorso al deterrente penale per chi si macchia di gravi reati fiscali non è più un tabù.

“I dettagli ancora non sono definiti – riferiscono fonti del Pdl – ma si dovrebbe intervenire anche sul versante della deterrenza penale” nel contrasto all’evasione fiscale, spiega un’autorevole fonte del Pdl. L’inasprimento delle sanzioni e delle pene, spiega un altra fonte della maggioranza, fino al carcere per chi si macchi di reati particolarmente gravi.

Sulla questione, Berlusconi nutre diverse perplessità anche in considerazione della complessità del sistema fiscale. Il fatto che si lavori anche sul fronte penale, riferisce un’altra fonte della maggioranza, sarebbe confermato anche dalla presenza del ministro della Giustizia, Nitto Palma, all’incontro che si dovrebbe tenere oggi a margine della riunione del Consiglio dei ministri, in cui il governo – alla presenza del ministro dell’Economia, Giulio Tremonti – dovrebbe mettere nero su bianco gli emendamenti alla manovra.

Sempre sul fronte della lotta all’evasione, sarebbero in arrivo controlli più efficaci, un nuovo redditometro sui beni di lusso e una sorta di concordato che agevoli il rientro delle somme dovute al fisco.

Questo dovrebbe consentire il recupero del gettito di circa 1,5 miliardi derivato dalla mancata adozione della norma sulle pensioni. Nella lotta all’evasione fiscale verranno coinvolti direttamente anche i comuni.

LEGGI ANCHE
Solo 72mila ricchi in Italia: ma vendute 200mila auto di lusso

Pdl: Redondi si dimette, Monticelli in consiglio provinciale

Adriano Monticelli BERGAMO -- Il Pdl così com'é non gli piace più, né a livello nazionale né ...

Estorsione a Berlusconi: arrestati Tarantini e la moglie

Silvio Berlusconi NAPOLI -- L'imprenditore Giampaolo Tarantini, finito nella bufera nel 2008 per aver procurato le prostitute ...