iscrizionenewslettergif
Poesie

“Trepidanti statue” di William Blake

Di Redazione29 agosto 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

«Piuttosto soffocare un bambino nella culla
che cullarlo d’insoddisfatti desideri. »
Trepidanti statue di sangue vestite di abiti
e legate per un istante
nelle prime luci di Trafalgar Square
A bassa voce
scambiano promesse domande lamenti e grida
Beffarde parole d’ordine dell’amore proibito
nessuno di questi lamenti che vorrebbero essere felici osa
mostrarsi nudo
Da secoli nella buona società è costume che una grande
compagnia d’assicurazioni matrimoniali si prenda carico
di tutto il cerimoniale dell’amore su misura garantito
su fattura
Anelli d’oro con marchio fedeltà immobiliare giuramenti
tenuti al guinzaglio con un bel pedigree
Presto se tutto andrà bene come Deve andare
al Ballo della Buona Creanza verrà data una festa
ed ogni passo dell’approccio nuziale sarà regolato
in anticipo e a gradi
Ma l’amore è l’amore la danza è la danza
Forse ascolteranno la voce del piccolo dio del Circo di
Piccadilly
Non ascoltate il Signor Loyal
non ascoltate il Signor Legale
non aspettate che regoli il vostro ingresso sulla pista
Amatevi fin d’ora
e non fate finta amatevi subito
e quando suonerà l’ora lasciatevi da buoni amanti
e poi ritrovatevi se il cuore ve lo dice
buoni amici per molto tempo
molto a lungo nella vita.

“Il vuoto” di Georges Bataille

poes Le fiamme ci avvolsero sotto i nostri passi l'abisso si aprì un silenzio di latte ...

“I poeti” di Elio Pecora

poe Non meravigliatevi. I poeti sono tutti un solo invisibile, indistruttibile popolo. Parlano e sono muti. ...