iscrizionenewslettergif
Politica

Misiani (Pd): la protesta dei sindaci è sacrosanta

Di Redazione29 agosto 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Antonio Misiani

Antonio Misiani

BERGAMO — “La manifestazione di centinaia di sindaci di ogni colore politico deve far riflettere la maggioranza e il Governo. La protesta è sacrosanta e il suo carattere trasversale le conferisce una particolare valenza”. Lo ha detto il deputato bergamasco del Pd Antonio Misiani.

“In poco tempo – spiega – il mondo delle autonomie locali è passato dalle promesse miracolistiche legate all’attuazione del federalismo fiscale al risveglio amarissimo di tre manovre (quella del 2010 e i due decreti di quest’estate) che hanno scaricato sugli enti locali una parte del tutto sproporzionata dello sforzo di risanamento dei conti pubblici. Oggi i comuni sono vicini al punto di rottura, tra tagli insostenibili dei loro bilanci e “riforme” affrettate e raffazzonate che individuano nelle istituzioni democratiche locali un comodo capro espiatorio da dare in pasto all’opinione pubblica che chiede meno costi della politica”.

“Il nodo degli enti locali è uno dei piú delicati delle due manovre dell’estate 2011. Senza un chiaro cambio di rotta, il rischio non è solo la morte nella culla del federalismo fiscale, ma soprattutto un colpo durissimo per la crescita (che non riparte se gli investimenti locali crollano) e la coesione sociale (che dipende in misura cruciale dalla tenuta del welfare territoriale)”.

“Il Pd ha presentato da tempo le sue controproposte: il ridimensionamento dei tagli, spostando il riequilibrio dei conti pubblici sulle amministrazioni centrali; un piano serio di razionalizzazione e accorpamento delle province; la gestione associata dei servizi obbligatoria per i piccoli comuni come chiave per recuperare efficienza e risorse a livello municipale. Sono proposte che coincidono in larga parte con quelle avanzate dalle autonomie locali. Ci auguriamo che il Governo le raccolga, iniziando a cambiare segno ad una manovra iniqua e inefficace” conclude il parlamentare.

Scajola indagato per finanziamento illecito ai partiti

Claudio Scajola ROMA -- Violazione della legge sul finanziamento illecito ai partiti: è questa l'accusa a cui ...

Gasparri: Penati parte di sistema più ampio. E Fassino lo querela

Piero Fassino ROMA -- E' un brutto segno quando in politica si passa dal confronto alle querele. ...