iscrizionenewslettergif
Esteri

Libia, sequestro finito: liberati i giornalisti italiani

Di Redazione25 agosto 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
I quattro giornalisti italiani

I quattro giornalisti italiani

TRIPOLI, Libia — E’ durato ventiquattr’ore il sequestro di quattro giornalisti italiani avvenuto ieri mattina nella capitale libica. Elisabetta Rosaspina e Giuseppe Sarcina del Corriere della Sera, Domenico Quirico de La Stampa e Claudio Monici di Avvenire sono stati liberati questa mattina da un blitz.

I quattro giornalisti tanno bene e si trovano all’Hotel Corinthia a Tripoli. E’ stato invece ucciso l’autista che li accompagnava. A quanto si apprende i quattro reporter sono stati liberati in seguito all’irruzione di due giovani nella casa privata a Tripoli in cui erano prigionieri, ha confermato Domenico Quirico de La stampa.

“Ci hanno salvato due libici, due ragazzi a cui dobbiamo tutto”, ha detto Quirico dopo la liberazione. Erano lealisti, secondo il racconto dell’inviato del Corriere della Sera Giuseppe Sarcina: “Siamo stati liberati da lealisti, c’erano due gruppi differenti”, ha detto Sarcina, precisando a Skytg24 che “non erano soldati regolari, ma neanche civili. Erano miliziani”.

“Sono vivo, vegeto e libero”: sono state le prime parole di Domenico Quirico che si è messo in contatto con la redazione della Stampa da Tripoli. “Adesso sto bene, fino a un’ora fa pensavo di essere morto”.

Usa, il terremoto danneggia l’obelisco di Washington

Il Washington Monument WASHINGTON, Usa -- Talmente inatteso che molti ieri, fra i grattacieli di New York che ...

Apple, Jobs si dimette: il timone passa a Cook

Steve Jobs NEW YORK, Usa -- Steve Jobs, il visionario fondatore di Apple, si è dimesso da ...