iscrizionenewslettergif
Bergamo

Truffa alle assicurazioni: 30 africani indagati

Di Redazione23 agosto 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La polizia in azione

La polizia in azione

BERGAMO — Il capo della banda era a Bergamo. Si trattava di un ghanese di 29 anni che insieme a un’altra trentina di africani aveva messo su un’organizzazione dedita alla truffa alle assicurazioni con carte dei credito clonate. La polizia di Trieste lo ha arrestato insieme agli altri, per aver compiuto reati in mezza Italia.

Decine le perquisizioni a Roma, Bergamo, Brescia, Torino, Lecce, Cremona e Terni. L’indagine, condotta dalla squadra mobile di Trieste, in collaborazione con le squadre mobili di Roma e Bergamo e il coordinamento della Procura della Repubblica triestina, è partita da una segnalazione dell’ufficio legale della Genertel e ha ricostruito il meccanismo utilizzato dalla banda per sottoscrivere polizze per la responsabilità civile mediante il pagamento del premio con carte di credito clonate.

Gli indagati sono 30, tutti stranieri, compreso un ghanese di 29 anni residente a Bergamo che era già stato arrestato nel 2006 dalla polizia di Varese per truffe mediante l’acquisto di biglietti aerei via internet, anche allora utilizzando carte di credito clonate.

Yara, falsa la lettera a L’Eco: denunciato il mitomane

Yara Gambirasio BERGAMO -- La lettera, inviata a L'Eco di Bergamo l'8 agosto scorso, fece molto scalpore. ...

Sfonda vetrina di Tezenis: ladro lascia impronta di sangue

Un negozio Tezenis BERGAMO -- Il bottino non è stato elevatissimo. Ma è la temerarietà dei banditi a ...