iscrizionenewslettergif
Salute

Sushi: a rischio la tiroide

Di Redazione23 agosto 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Un piatto di sushi

Un piatto di sushi

Il sushi può mettere a rischio la tiroide. Infatti l’assunzione di troppe alghe, utilizzate per preparare gli involtini, può essere dannoso per la tiroide e modificarne l’attività.

La ghiandola tiroide, basilare per il buon funzionamento dell’organismo e del metabolismo, è una ghiandola endocrina con il compito di sintetizzare ormoni, la triodotironina e la tiroxina. L’altro ormone sintetizzato è la calcitonina che contribuisce a regolare i livelli del calcio e del fosforo.

Gli scienziati hanno analizzato il contenuto di iodio di diversi prodotti di origine asiatica e hanno scoperto che ve ne erano elevati livelli:i dati poi diffusi per mezzo della “Food Standards Australia New Zealand”evidenziano che un rotolino di sushi può contenere più di 92 microgrammi di iodio. Una quantità davvero elevata poiché le linee guida raccomandano una dose massima giornaliera di 150 microgrammi: se quindi di mangiano due o tre involtini si raggiunge praticamente il doppio della dose massima.

Zanzare: dopo la tigre arriva la coreana

L''aedes koreicus' Una nuova zanzara, mai vista in Italia fino ad ora. Non bastava la temutissima "tigre", ...

Psoriasi: il sole fa bene?

Psoriasi e sole Psoriasi e voglia di sole. E' possibile? "L'esposizione solare può essere un valido alleato, ma ...