iscrizionenewslettergif
Sport

L’Atalanta ribadisce: condannati sulle chiacchiere

Di Redazione20 agosto 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Antonio Percassi

Antonio Percassi

BERGAMO — “L’Atalanta BC, letto il dispositivo della sentenza della Corte di Giustizia, non può che manifestare nuovamente malessere e profondo disappunto per una decisione che la sanziona gravemente sulla base di voci e di chiacchiere tra soggetti la cui inaffidabilità è chiaramente emersa nel corso del processo”. E’ il testo del comunicato ufficiale con cui la società nerazzurra ha voluto commentare la sentenza di secondo grado emessa dalla Federcalcio che condanna l’Atalanta a 6 punti di penalità nel nuovo campionato di serie A.

“L’Atalanta BC ribadisce con decisione l’estraneità della società e del proprio tesserato Doni rispetto ai fatti contestati e si riserva, esaminate le motivazioni della decisione, di intraprendere ogni azione opportuna a far valere le proprie ragioni. Il proscioglimento del tesserato Manfredini rappresenta motivo di soddisfazione e ulteriore ragione a sostegno delle proprie tesi difensive”.

Scommesse: Manfredini assolto, -6 per l’Atalanta

Thomas Manfredini BERGAMO -- E alla fine si salvò solo Manfredini. Il processo d'appello sul calcioscommesse che ...

L’Atalanta comincia male: fuori dalla Coppa Italia

L'allenatore dell'Atalanta Stefano Colantuono BERGAMO -- Peggio francamente era difficile. La Coppa Italia dell'Atalanta è durata una partita. I ...