iscrizionenewslettergif
bergamosvil1png
Sport

Doni scrive ai tifosi: non voglio pagare per colpe di altri

Di Redazione12 agosto 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Cristiano Doni

Cristiano Doni

BERGAMO — Dopo la sentenza, amarissima anche se di primo grado, che lo ha condannato a 3 anni e mezzo di squalifica distruggendogli praticamente la carriera passata e futura, il capitano dell’Atalanta Cristiano Doni si sfoga e confessa la sua angoscia in una lettera inviata al sito internet atalantini.com.

“Sono deluso. Arrabbiato. E non posso stare in silenzio” scrive Doni nella missiva. “Non vogliamo pagare con una condanna che sia d’esempio agli altri. Vogliamo che paghi chi ha sbagliato. Di tutti i personaggi coinvolti non conosco nessuno, eppure pago perché ero amico di Nicola Santoni. Se io fossi colpevole, pagherei”.

Nel frattempo ieri è finita 1-1 l’amichevole con il Monza. Per i nerazzurri, gol di Tiribocchi. In attesa dell’esito del ricorso che punta a diminuire i 6 punti penalizzazione con cui l’Atalanta si presenterà al prossimo campionato di serie A, i giocatori bergamaschi prima della gara hanno indossato due magliette speciali: una con il numero 27 e la scritta “Doni”, la seconda con il numero 5 e la scritta “Manfredini”, l’ altro atalantino condannato dalla giustizia sportiva.

Lettera di Percassi: profondo senso di delusione e sgomento

Antonio Percassi BERGAMO -- "La sentenza di ieri della Commissione Disciplinare Nazionale ha generato in me un ...

Scommesse: Manfredini assolto, -6 per l’Atalanta

Thomas Manfredini BERGAMO -- E alla fine si salvò solo Manfredini. Il processo d'appello sul calcioscommesse che ...