iscrizionenewslettergif
Italia

Melania, lettera di Salvatore: l’ho tradita ma non l’ho uccisa

Di Redazione11 agosto 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Salvatore Parolisi

Salvatore Parolisi

TERAMO — “Sono innocente, ho tradito Melania ma non l’ho ammazzata”. Muto davanti agli inquirenti, Salvatore Parolisi racconta lo stesso la sua verità. E lo fa attraverso una lettera inviata alla giornalista di Quarto Grado Ilaria Mura pubblicata in parte dal Tgcom.

Nella lettera, Salvatore ribadisce che “in termini di legge il tradimento non costituisce nessun reato, allora non mi spiego il motivo della mia permanenza qui, in carcere…”. Sì, quella reclusione che vive “leggendo scrivendo e pregando con quella poca fede ancora rimastami e con l’aiuto di persone estranee che mi inviano lettere per offrirmi la loro solidarietà. Non tutti mi hanno già condannato … dirvi come sto io adesso solo Dio lo sa, ma sono un combattente…”

“Non mollo facilmente e combatterò fino a quando dimostrerò la mia innocenza, per la memoria di mia moglie e per mia figlia”. “A volte chiudo gli occhi e rivedo tutta la mia vita, partendo da quelle immagini del mio matrimonio che voi avete trasmesso in tv. Cosa vedo io? L’immagine di un ragazzo con lo sguardo smarrito che con un sì segna il suo destino”.

Melania, il magistrato: forse Parolisi è solo un complice

Salvatore Parolisi TERAMO -- "Gli indizi raccolti non ci permettono di affermare con certezza che Parolisi abbia ...

Melania, il mistero del telo mimetico

Gli investigatori sul luogo del ritrovamento TERAMO -- "Sul corpo di Melania non ci sono tracce di animali, pur essendo stata ...