iscrizionenewslettergif
Italia

Melania, test dna per Ludovica. E Salvatore le giura amore eterno

Di Redazione10 agosto 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Ludovica Perrone

Ludovica Perrone

TERAMO — Nel carcere dicono sia tempestato da lettere di ammiratrici. Ma lui, Salvatore Parolisi accusato dell’omicidio aggravato della moglie Melania Rea ha in mente una donna sola: Ludovica Perrone. Tanto che le avrebbe scritto una lettera dove le giura amore eterno.

E’ quanto rivelato dal Tg3. Nella lettera, intercettata dalla Polizia penitenziaria e acquisito perché rivelante ai fini delle indagini, il caporalmaggiore rivela che i sentimenti per l’ex amante sono ancora vivi e il suo più grande desiderio sarebbe quello di rivederla presto.

“Ti amo da impazzire, non vedo l’ora di abbracciarti e anche se qui in carcere ricevo tante lettere di donne innamorate di me, nella mia vita ci sei solo tu. Speriamo che finisca tutto presto”. Una dichiarazione d’amore assoluto. Solo che, dopo il delitto di Melania, Salvatore si è più volte dichiarato, anche in televisione, vedovo inconsolabile e “mai innamorato di Ludovica”.

Salvatore conclude la missiva con un appello alla ragazza: “Non voglio perderti”.

Non è la prima lettera che Parolisi scrive alla giovane. Gliene aveva spedita un’altra anche dal carcere di Ascoli. Anche in quel caso la lettera era stata intercettata anche se inserita dentro una busta indirizzata a un commilitone che si trova in Sardegna. Salvatore lo pregava di inoltrare la busta alla ragazza.

Intanto la procura di Teramo ha disposto l’esame del Dna anche per Ludovica Perrone. La donna ha un alibi di ferro, dal momento che si trovava in caserma a Lecce il giorno dell’omicidio. Aspettava di vedere il suo amato Salvatore, che pochi giorni più tardi avrebbe dovuto presentare ufficialmente ai genitori, in un albergo di Amalfi.

Tuttavia, con l’esame del codice genetico gli inquirenti puntano a togliere alla difesa di Parolisi un’eventuale arma. Verificando che il dna sotto l’unghia di Melania non è di Ludovica, cadrebbe la tesi dell’assassina seguita dai difensori di Parolisi.

Melania, Ludovica non c’entra: ha un alibi di ferro

Ludovica Perrone TERAMO -- L'alibi di Ludovica è inattaccabile, quindi è inutile procedere al test del Dna ...

Melania, il magistrato: forse Parolisi è solo un complice

Salvatore Parolisi TERAMO -- "Gli indizi raccolti non ci permettono di affermare con certezza che Parolisi abbia ...