iscrizionenewslettergif
Italia

Melania, Ludovica non c’entra: ha un alibi di ferro

Di Redazione10 agosto 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Ludovica Perrone

Ludovica Perrone

TERAMO — L’alibi di Ludovica è inattaccabile, quindi è inutile procedere al test del Dna su di lei. La procura di Teramo ha smentito l’ipotesi avanzata da alcuni giornali locali di un esame genetico sulla soldatessa Ludovica Perrone, meglio nota come l’amante di Salvatore Parolisi.

Un simile accertamento, sostiene la procura, sarebbe del tutto inutile dal momento che la donna nel periodo in cui si è consumato l’omicidio di Melania Rea nel bosco delle Casermette, in provincia di Teramo, si trovava in caserma a Lecce.

Intanto, proprio il bosco delle Casermette, dove il 20 aprile scorso è stato trovato il corpo senza vita di Melania Rea, sarà meta di centinaia di turisti per la classica gita fuoriporta per Ferragosto. La tentazione per molti di visitare il luogo del delitto sarà forte ma il sindaco di Civitella, Gaetano Luca Ronchi auspica di non cedere a forme di turismo dell’orrore.

“Speriamo proprio che finisca – spiega il primo cittadino -. Le nostre montagne e la nostra natura, immerse anche nello splendido scenario delle Casermette, si sono da sempre caratterizzate per un turismo di famiglia, di qualità, fatto di spensieratezza e divertimento. Non vorremmo proprio che ora si vada alle Casermette per ben altri scopi, per fare turismo becero sporcando l’immagine di questo luogo da sempre pacifico ed incontaminato. L’invito è di trascorrere una vacanza serena e di rispettare anche la memoria e la dignita’ di Melania Rea che in quel bosco ha trovato la morte”.

L’area in cui è stato trovato il corpo di Melania resta sotto sequestro.

Melania, le foto dei tagli post-mortem (immagini forti)

Le immagini pubblicate dal Quotidiano Nazionale TERAMO -- Un macabro documento. Il Quotidiano Nazionale Resto del Carlino ha pubblicato le foto ...

Melania, test dna per Ludovica. E Salvatore le giura amore eterno

Ludovica Perrone TERAMO -- Nel carcere dicono sia tempestato da lettere di ammiratrici. Ma lui, Salvatore Parolisi ...