iscrizionenewslettergif
Esteri

Londra, disordini e incendi si allargano ad altre città

Di Redazione9 agosto 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
I disordini a Londra

I disordini a Londra

LONDRA, Gran Bretagna — Si stanno estendendo alle principali città del Paese i disordini scoppiati sabato scorso a Londra: nella terza notte di violenze e saccheggi, scontri tra gruppi di giovani a volto coperto si registrano anche a Liverpool, Birmingham, Manchester e Bristol.

Stamani il premier David Cameron, rientrato anticipatamente dalle vacanze in Toscana, presiederà una riunione d’emergenza del comitato di crisi, a cui parteciperanno il ministro dell’Interno, Theresa May, e il capo di Scotland Yard, Tim Godwin.

Nella capitale, dove numerosi negozi ed edifici sono stati dati alle fiamme e dove gli agenti vengono affrontati con mazze da baseball e spranghe di ferro, sono stati dispiegati oltre 1.700 poliziotti per contrastare i disordini, che si estendono a macchia d’olio per tutta la città. Vengono presi di mira in particolare i negozi di abiti e prodotti hi-tech, ma anche ristoranti e negozi di telefonia.

A Liverpool e Manchester gruppi di centinaia di giovani a volto coperto hanno dato alle fiamme auto e danneggiato negozi. A Birmingham, dove è stato dato alle fiamme un commissariato a Handsworth, la polizia ha eseguito oltre 100 arresti. A Bristol “un gruppo di circa 150 giovani” si è scontrato con la polizia.

I vigili del fuoco britannici sono intervenuti a Croydon, nella periferia sud di Londra dove alcuni edifici sono stati dati alle fiamme. L’origine degli scontri, la morte di Mark Duggan, ucciso dalla polizia, poi degenerati in un altro tipo di protesta. Le stazioni della metropolitana che erano state chiuse, scrive la Bbc, hanno riaperto stamani, alcune sono cordonate dalla polizia.

Intanto è salito a 450 il bilancio complessivo degli arresti eseguiti a Londra. Lo ha annunciato il ministro dell’Interno Theresa May a Sky News.

Arriva Strauss-Kahn, via le hostess dai voli

Dominique Strauss-Kahn PARIGI, Francia -- Per evitare guai peggiori l'Air France avrebbe deciso di togliere le hostess ...

Guerriglia a Londra, primo morto: 16mila agenti nelle strade

La guerriglia urbana a Londra LONDRA, Inghilterra -- E' alla fine c'è scappato il morto, nella speranza che sia il ...