iscrizionenewslettergif
Politica

Stucchi: crisi, contesto internazionale difficile per chiunque

Di Redazione3 agosto 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Giacomo Stucchi

Giacomo Stucchi

BERGAMO — “La crisi di affidabilità dell’economia americana, la cui credibilità (pur con l’accordo politico raggiunto sul nuovo tetto del debito pubblico) non sarà più la stessa, la dice lunga sul quadro generale nel quale il Governo in carica, così come qualunque altro al suo posto, si trova ad operare”. Così il parlamentare della Lega Nord, e Segretario dell’Ufficio di Presidenza di Montecitorio, Giacomo Stucchi.

“In questo contesto – continua Stucchi – l’Italia, che ha un debito pubblico tra i più alti al mondo, che sconta un ritardo nella realizzazione di quelle riforme che avrebbero contribuito a cambiare in meglio il Paese e il suo sistema istituzionale, che ha preso l’impegno con l’Europa di raggiungere il pareggio di bilancio entro il 2014, e che contestualmente deve provvedere a rilanciare lo sviluppo, l’occupazione e la produzione industriale, è stata presa di mira dagli speculatori internazionali”.

“Dinanzi a questi fatti inoppugnabili – conclude il deputato – occorrerebbe quindi uno sforzo da parte di tutti, anche per favorire un’applicazione concreta della manovra appena approvata. Che senso ha avuto l’atteggiamento di collaborazione da parte delle opposizioni, durante il varo in Parlamento della manovra, se poi un minuto dopo si è ricominciato con la solita solfa della richiesta di dimissioni al Governo?”.

Pdl, noi giovani militanti delusi: lettera aperta a Carlo Saffioti

Jonathan Lobati Lettera aperta al Coordinatore provinciale del Pdl Carlo Saffioti, per la prima volta mi sento in ...

Uniacque, Milesi attacca: compensi inaccettabili

Vittorio Milesi BERGAMO -- La battaglia sulle nomine e i compensi dentro la società Uniacque approderà in ...