iscrizionenewslettergif
Esteri

Il cannibale e le trenta ragazze italiane scomparse

Di Redazione2 agosto 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Matej Curko

Matej Curko

BRATISLAVA, Slovacchia — Sono circa trenta le ragazze italiane dai 25 ai 28 anni scomparse tra l’inizio del 2009 e il maggio del 2011 che potrebbero essere rimaste vittime del cannibale slovacco Matej Curko. Lo rivela una fonte della Polizia che sta seguendo il dossier dopo la segnalazione dell’Interpol.

La notizia di una vittima italiana era emersa da un contatto via email tra Curko, morto il 12 maggio scorso dopo uno scontro a fuoco con la polizia slovacca, e una potenziale vittima consenziente che si era pentita all’ultimo momento, lo svizzero Markus Dubach. Nella corrispondenza si parlava solo della nazionalità italiana e dell’età. Il sospetto ora è che altre giovani donne italiane possano essere finite nella rete dello psicopatico.

La polizia ha richiesto ai colleghi slovacchi delle prove biologiche e dei test sui reperti che sarebbero stati trovati nell’archivio frigorifero dell’orrore di Curko. Il cannibale aveva l’abitudine di conservare oltre a informazioni anche parti di corpo umano.

L’obiettivo è ottenere dei test del Dna per poterli confrontare con quelli delle famiglie delle ragazze scomparse.

L’altra pista è quella telematica: in rete Curko, un tecnico di computer, era contattabile dalle vittime all’email segreta kanibm@volny.cz. Il nickname kanibm (il cannibale Matej) lasciava poco all’immaginazione. Fino ad ora le ricerche hanno già portato al ritrovamento delle due vittime locali. Ma le tracce per contatti e crimini avvenuti prima del 2009 potrebbero essere state cancellate.

Nel bosco di Kysak, in Slovacchia, gli investigatori locali hanno anche trovato una sorta di altare cerimoniale dove probabilmente Curko uccideva le sue vittime, prima di asportare delle parti che consumava cotte e occultare i cadaveri. Sembra improbabile che il cannibale possa aver viaggiato in Italia.

Breivik parcheggiò l’auto-bomba davanti all’ufficio del premier

L'attentato di Oslo OSLO, Norvegia -- Anders Breivik, l'autore delle stragi in Norvegia costate la vita a 76 ...

E’ di Gheddafi il missile lanciato contro una nave italiana

La Bersagliere ROMA -- Sono state le forze governative libiche a lanciare il missile che ieri ha ...