iscrizionenewslettergif
Politica

Rifiuti, la Lega avverte: Bergamo non diventi la discarica di Napoli

Di Redazione27 luglio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L'emergenza rifiuti a Napoli

L'emergenza rifiuti a Napoli

BERGAMO– “Bergamo non diventerà la discarica del sud”. Lo dichiara Alberto Ribolla, capogruppo della Lega Nord a Palazzo Frizzoni, all’indomani dell’approvazione alla Camera di un ordine del giorno proposto dal Pd: “Il documento, che ha ricevuto il parere negativo del Governo – spiega il capogruppo Ribolla -, impegna l’Esecutivo a consentire il trasporto dei rifiuti dalla Campania in tutte le regioni italiane, in particolare quelle del Nord. E tra i luoghi dove avviare lo smaltimento dei rifiuti del capoluogo campano, vengono indicati in prima battuta l’inceneritore di Brescia e gli altri impianti del nord gestiti dalla società A2A, partecipata dal Comune di Bergamo a cui fa capo la gestione anche del nostro inceneritore cittadino”.

Ma la Lega Nord non ci sta ad assorbire le giacenze di Napoli e provincia: “Invitiamo pertanto il sindaco Franco Tentorio a farsi portavoce con la società A2A della nostra contrarietà al trasporto dei rifiuti campani al nord e in particolare nel termovalorizzatore cittadino” prosegue Ribolla, il quale punta il dito contro il Pd e i colleghi del partito trasversale meridionalista che hanno fatto approvare l’ordine del giorno.

“Un semplice atto politico che fortunatamente non ha alcun valore cogente – conclude Ribolla –, ma che dimostra l’attenzione che il Pd riserva alle regioni del Nord. Ad ogni modo sarà nostra premura vigilare affinché quanto richiesto dall’opposizione non avvenga”.

Dello stesso parere anche l’assessore all’Ambiente del Comune di Bergamo Massimo Bandera, il quale cita Bergamo quale esempio di eccellenza nel settore: “Anche Bergamo ha vissuto negli anni Novanta l’emergenza rifiuti e in pochi anni è riuscita a diventare un’eccellenza nel campo della raccolta differenziata – sottolinea l’assessore Bandera -. Il risultato è stato raggiunto non solo grazie alla capacità degli amministratori locali, ma soprattutto grazie all’impegno dei cittadini e al loro senso civico. E soprattutto senza mai ricevere aiuti statali. Basta quindi soldi a pioggia a Napoli: cerchiamo invece di fare in modo che l’impegno e il senso civico dei Comuni virtuosi possa essere premiato”.

Retroscena Uniacque: D’Aloia presidente, Pezzotta ad

Gianni D'Aloia e Carlo Saffioti alla festa provinciale del Pdl BERGAMO -- Come ampiamente anticipato da Bergamosera il 4 luglio scorso, sarà Gianni D'Aloia il ...

Tangenti e corruzione: la diagnosi di Montanelli (video)

Indro Montanelli BERGAMO -- "La corruzione è nella società italiana. E la lotta alla corruzione non si ...