iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Esteri

Norvegia: il mostro aiutato da due cellule. Breivik rischia linciaggio

Di Redazione25 luglio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Andreas Breivik scortato in tribunale

Andreas Breivik scortato in tribunale

OSLO, Norvegia — A pochi giorni dagli attentati, in Norvegia va in scena la prima udienza del processo a carico di Anders Breivik. Il giudice Kim Heger ha confermato l’arresto e ha disposto fino a otto settimane di custodia preventiva. L’accusa nei suoi confronti è quella di atti terroristici.

In aula il 32enne autore delle stragi ha ammesso le sue responsabilità ma si è dichiarato “non colpevole”, in linea con le dichiarazioni rilasciate agli agenti subito dopo il suo arresto. Convinto di aver fatto la cosa migliore per fermare «l’alleanza marxista-islamica», ha ribadito anche al giudice le proprie convinzioni ideologiche. “Una strage necessaria per salvare la Norvegia e l’Europa occidentale dal marxismo culturale”, come ha riferito lo stesso giudice Heger.

Breivik ha dichiarato inoltre di voler mandare “un segnale forte”, accusando il partito laburista al potere di fallimento e di aver permesso “una massiccia importazione” di musulmani, che stanno colonizzando la Norvegia. Durante l’udienza preliminare lo stesso Breivik avrebbe fatto qualche ammissione sulla possibile partecipazione di altre persone alla pianificazione degli attacchi, parlando dell’esistenza di “due cellule” che avrebbero avuto un ruolo determinante.

La folla che assediava l’esterno del tribunale ha cercato di bloccare l’automobile che trasportava il killer in tribunale, battendo con le mani sui vetri. L’intervento della polizia ha evitato il linciaggio.

Norvegia: il diario del mostro online prima delle stragi (video)

Breivik durante la strage sull'isola OSLO, Norvegia -- Millecinquecento pagine di delirio. Sono quelle contenute nel memoriale di Anders Behring ...

Il mostro di Oslo aveva “fratelli templari ” anche in Italia

Fiori sull'isola di Utoya OSLO, Norvegia -- Avrebbe voluto brindare alla sua operazione con "una bottiglia di champagne e ...