iscrizionenewslettergif
Isola

Identificato il cadavere riaffiorato dal fiume Adda

Di Redazione22 luglio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il fiume Adda

Il fiume Adda

MEDOLAGO — E’ molto probabilmente Francesco Eugenio Magni l’uomo trovato morto nell’Adda domenica pomeriggio. Lo testimonierebbe la fede trovata sul cadavere, che riporta il nome della moglie e la loro data di matrimonio.

L’uomo, 55enne di Usmate Velate, sposato e padre di due figli, lavorava come agente di commercio. Ancora ignote le cause della morte. Il suo corpo era stato ripescato dai sommozzatori dopo una segnalazione giunta da alcuni bagnanti e l’elicottero di soccorso che aveva individuato il cadavere nelle acque del fiume.

La moglie gestisce l’edicola di Rogoredo. Ora attende gli esiti dell’esame del dna che potrebbe confermare che il cadavere, in forte stato di decomposizione, è proprio quello del suo congiunto.

Yara, chiesta l’archiviazione per Fikri

Mohamed Fikri BERGAMO -- Si va verso l’archiviazione. La procura metterà presto in soffitta il fascicolo riguardante ...

Yara, arriva la relazione sull’autopsia ma il giallo non è risolto

Cristina Cattaneo al lavoro sul campo di Chignolo BERGAMO -- Non ha chiesto ulteriori proroghe, per cui verrà consegnata ai primi di agosto ...