iscrizionenewslettergif
Provincia

Poste: i disagi colpiscono soprattutto gli anziani

Di Redazione21 luglio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Coda alla Poste

Coda alla Poste

BERGAMO — Continuano in provincia di Bergamo i disagi per gli utenti di Poste Italiane, dopo le vicissitudini causate dai problemi informatici che hanno coinvolto nelle scorse settimane quasi tutte le sedi orobiche.

“Già infatti ci troviamo a fare i conti con il periodo estivo, e con le scelte di Poste Italiane che prevedono chiusure e razionalizzazione di orario per far fronte alla scarsità di personale – denuncia Paolo Turani della Slc Cgil -. Quest’anno le chiusure previste sulla provincia di Bergamo coinvolgono circa 45 uffici che vedranno, a seconda delle zone, riduzione degli orari con soppressione dei turni pomeridiani e/o chiusure a giorni alterni”.

Guardando al dato regionale lombardo, non va certo meglio; qui le riduzioni di orario toccano oltre 600 uffici. Quest’anno inoltre le razionalizzazioni di orario estivo sono ancora più estese agli anni precedenti, iniziando dalla metà di giugno e arrivando a metà settembre.

“Una riduzione delle aperture degli uffici postali così importante – prosegue Turani – sta creando difficoltà e disservizi dovuti anche alla carenza del personale ormai cronica in Poste Italiane, che esplode in concomitanza con il periodo delle ferie per le unità applicate nella provincia”.

“La riduzione degli orari non è infatti sufficiente a garantire la quantità di personale necessaria al buon funzionamento degli uffici. Ci troviamo quindi generalmente con uffici ad organico ridotto, con inevitabili ripercussioni sui tempi di attesa dei clienti, che non di rado diventano esasperanti. Ma questo fattore sembra poco considerato nelle strategie aziendali di Poste Italiane, ed è ormai chiaro come la funzione storica di “collante sociale” che l’azienda riveste al di là di tutte le possibili trasformazioni, sia diventata un bagaglio molto ingombrante”.

È infatti la fascia della popolazione anziana, quella che ritira mensilmente la pensione e che ha maggiori difficoltà negli spostamenti, ad essere maggiormente colpita, trovandosi all’improvviso a dover utilizzare un ufficio che non è più nelle vicinanze del luogo dove abita.

Temperature a picco: 15°C a Bergamo, neve sulle Alpi

Un'immagine dalla webcam di Livigno BERGAMO -- Temperature a picco in pianura, figuriamoci in montagna. E così stamattina chi ha ...

Weekend con tempo instabile: in arrivo piogge e temporali sui rilievi

Pioggia in arrivo BERGAMO -- Sarà un fine settimana decisamente perturbato, soprattutto in montagna, quello in arrivo. A ...