iscrizionenewslettergif
Primo Piano

La recessione uccide: aumentano i suicidi in Europa

Di Redazione19 luglio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
In aumento i casi di suicidio

In aumento i casi di suicidio

BERGAMO — La recessione in Europa sta facendo aumentare in maniera preoccupante i suicidi. Il suicidio non è più un affare da ricchi, come sosteneva Durkheim nel diciannovesimo secolo, ma un problema dei poveri: dipendenti, operai, disoccupati. “La miseria oggi consiste nel diventare povero in un paese ricco, eventualità molto più sofferta che essere povero in un paese povero”. E’ l’allarme lanciato da Giovanni D’Agata del Dipartimento “Tutela del Consumatore” dell’Italia dei Valori.

Il tasso di suicidi tra gli under-65 anni nell’Unione europea (UE) è aumentato notevolmente tra il 2007 e il 2009, con un aumento significativamente più evidente in Grecia, Irlanda e Lettonia in, e questo in seguito alla crisi economica che ha colpito l’Europa così come buona parte degli altri Paesi.

“Per un capofamiglia, che è sempre vissuto sufficientemente bene, riuscendo ad esaudire le necessità dei propri figli, anche se solo quelle fondamentali, il ritrovarsi improvvisamente senza poter più far fronte alle necessità dei sui cari, è un trauma non indifferente. Se poi tutto questo accade in un periodo di recessione economica durante il quale la durante il quale disperazione può portare alle estreme conseguenze”.

Stessa situazione per un single o per un genitore separato, e questa è la condizione peggiore in assoluto, che ha sulle sole sue spalle la responsabilità del sostentamento della famiglia.

Recuperare un minimo di serenità non è certamente facile e, inoltre, non è alla portata di tutti. C’è chi riesce ad industriarsi e chi no. C’è chi sa affrontare il problema con un minimo di lucidità, e c’è invece chi si fa travolgere dagli eventi e dalla disperazione. Ed i freddi numeri citati in precedenza ne sono la conferma.Il tasso di disoccupazione era calato del 2,7%, sempre in Europa, nel periodo compreso tra il 2007 e il 2009, ma poi è tornato a salire intorno al 35% ed è a questo punto che si è evidenziato anche un aumento dei suicidi degli under-65.

Per le persone in età più avanzata, il problema si è posto relativamente, in quanto nella maggior parte pensionati e quindi non a rischio di perdere i mezzi di sostentamento per loro e la loro famiglia. Un conto è l’erosione del potere d’acquisto della pensione o del salario, che comunque lascia un seppur minima certezza di reddito, un conto è la perdita totale del reddito stesso.

Precario della Camera svela i segreti dei politici sul web

Un sonnellino in Parlamento ROMA -- La rabbia degli italiani contro la casta, indenne ai tagli della manovra, prende ...

Bologna, nate gemelline siamesi con un solo cuore

Aggrappate alla vita BOLOGNA -- E' un caso più unico che raro quello delle due gemelline siamesi nate ...