iscrizionenewslettergif
Mamme e Bimbi

Gravidanza: cambiamenti fisici in serenità

Di Redazione15 luglio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Gravidanza

Gravidanza

Quanti dubbi durante la gravidanza. Soprattutto rispetto a cambiamenti fisici o a piccoli malesseri che pur non andando sottovalutati, non devono guastare un periodo unico- e il più possibile sereno- nella vita di una donna.

Ecco alcune delle preoccupazioni più diffuse in dolce attese:
Raffreddore, influenza, emicrania: niente farmaci ma se la febbre o i dolori perdurano consultare il medico e assumere paracetamolo, sicuro per la mamma e per il feto.
Perdite vaginali: sono più abbondanti in gravidanza, normali e fisiologiche. Qualora fossero eccessive, giallastre o verdastre, con un cattivo odore, possono essere sintomo di un’ infiammazione vaginale che va segnalata al ginecologo.
Battito del cuore accelerato:la frequenza cardiaca di una donna incinta aumenta di circa 10-15 battiti al minuto. La respirazione notturna può essere più difficoltosa:il fondo dell’utero è cresciuto fino al diaframma e impedisce una normale respirazione.

Ombelico: può dare fastidio, soprattutto a fine gravidanza. essendo più sensibile poiché sporgente, è bene evitare indumenti stretti o sintetici, è possibile proteggerlo con una piccola garza sterile.
Seno più voluminoso: si sta sviluppando la ghiandola mammaria che è costituita da acini, gli alveoli mammari. Sul seno compaiono piccole vene, il capezzolo si ingrandisce, diventando più scuro e sporgente e la parte intorno. Nel terzo trimestre dal capezzolo puù fuoriuscire il colostro, un liquido giallastro, che anticipa il latte.
Movimento del feto: fino alla 15° settimana il feto nuota nel liquido amniotico, è piccolo per potersi sentire e occorrerà aspettare verso la 19°-21° settimana.

Depressione: maggior rischio col cesareo

Depressione post-partum Il parto cesareo potrebbe influire negativamente sul rischio depressione. Lo rivela una ricerca condotta da ...

Bimbi: sì al sole, ma dopo i 6 mesi

Bimbi e sole Il sole fa bene ai bambini, ma solo dai sei mesi compiuti in poi. Lo ...