iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Università

Accordo con la Regione: 120 nuovi ricercatori

Di Redazione14 luglio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Università di Bergamo

Università di Bergamo

Numeri importanti quelli emersi dall’accordo di collaborazione tra Regione Lombardia e Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia dei Materiali (INSTM), sottoscritto nel 2009, presentati a Palazzo Pirelli dal sottosegretario alla Presidenza della Regione Lombardia con delega all’Università e Ricerca Alberto Cavalli.

Quarantacinque università italiane, duemila ricercatori, finanziamenti per 1,344 milioni di euro per due anni. Obiettivo è attivare, grazie alle riconosciute eccellenze regionali e nazionali che la rete del Consorzio INSTM mette a disposizione, iniziative sperimentali nel settore della ricerca e sviluppo sui materiali avanzati e le loro tecnologie di trattamento, trasformazione e produzione.

Hanno presentato domande le università di Pavia, Brescia, Politecnico di Milano, Statale di Milano e anche Bergamo. “Gli ambiti progettuali – ha detto Cavalli – sono quelli a cui Regione Lombardia dà priorità: la salute, l’energia pulita, il risparmio energetico, il miglioramento di tecnologie che consentano di avere immediate ricadute positive sul sistema delle imprese. La particolarità di questo accordo tra Regione Lombardia e Consorzio INSTM consiste nel fatto che è diretto e non è stato siglato attraverso un bando e che è in addizionalità di spesa: per ogni euro finanziato dalla Regione c’è un altro euro sostenuto dal partner progettuale”.

Trieste prima in classifica per “Campus”

Trieste L'universita' di Trieste trionfa nella classifica degli atenei generalisti stilata dalla rivista specializzata "Campus''. Attraverso ...

Università pubblica per oltre metà dei maturandi

Studenti universitari Oltre la metà dei maturandi sceglie l’università pubblica. Lo rivela un’indagine svolta da Studenti.it sulle ...