iscrizionenewslettergif
Salute

Tumore ovaio:controlli annuali dal ginecologo

Di Redazione13 luglio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Ecografia ginecologica

Ecografia ginecologica

Il tumore all’ovaio, nonostanti i progressi della ricerca, non è ancora sconfitto. Basti pensare ai 5mila nuovi casi diagnosticati ogni anno in Italia e 3.400 decessi, con una sopravvivenza a cinque anni inferiore al 30 per cento.

L’obiettivo attuale è quello di cronicizzare la malattia: ripetere vari cicli di chemioterapia, sapendo che in sette casi su dieci il cancro si ripresenta dopo un certo periodo. Stando ai dati presentati al congresso di oncologia dell’ American Society of Clinical Oncology a Chicago, il problema maggiore è che ancora oggi circa il 70 per cento delle donne arriva in ospedale con una malattia in fase avanzata e metastasi negli organi circostanti.

Il tumore viene diagnosticato maggiormente nelle donne in post-menopausa, specie fra i 50 e i 60 anni di età, o in persone con una storia familiare di cancro al seno o ovarico, in sovrappeso o fumatrici. Attualmente la prevenzione consiste in una visita ginecologica, ripetuta con regolarità, ogni anno.

Insonnia e aumento peso: esiste un legame

Insonnia e aumento di peso Chi dorme poco, o male, tende ad aumentare di peso e a bruciare con difficoltà ...

Aids: terapia abbassa rischio contagio

Aids La terapia antiretrovirale -se presa prima di contrarre il virus Hiv- fa abbassare il rischio ...