iscrizionenewslettergif
Politica

Al setaccio i rapporti fra Milanese e la Guardia di Finanza

Di Redazione12 luglio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Marco Milanese

Marco Milanese

ROMA — Ricostruire i rapporti intrattenuti da Marco Milanese con esponenti della Guardia di Finanza. E’ questo l’obiettivo del pubblico ministero di Napoli Vincenzo Piscitelli che ha chiesto alla Camera di poter analizzare i tabulati telefonici dell’ex braccio destro del ministro Giulio Tremonti dal primo gennaio del 2010 scorso al primo maggio di quest’anno.

Insieme ai tabulati, la procura di Napoli ha chiesto alla Camera anche l’autorizzazione a perquisire alcune cassette di sicurezza in uso a Milanese, che sono già state sequestrate dagli inquirenti ma non aperte, e “che potrebbero contenere elementi riconducibili a fatti delittuosi”, si legge nella richiesta.

Il pm ha già ordinato a Wind e Tim l’esibizione in copia e la consegna dei tabulati. Ma deve avere l’ok di Montecitorio per procedere nell’indagine. In caso positivo potrebbe aprirsi un ampio squarcio sulle relazioni tra Milanese, già ufficiale della Gdf, e i suoi ex colleghi.

La ricostruzione farebbe luce sullo scacchiere dei generali e degli alti ufficiali pronti a conquistare il vertice al congedo dell’attuale numero uno delle Fiamme Gialle, il generale Nino Di Paolo, che dovrebbe lasciare tra un anno.

Pdl, blitz dei formigoniani: Masseroli capogruppo a Palazzo Marino

Roberto Formigoni MILANO -- Carlo Masseroli è il nuovo capogruppo del Pdl a palazzo Marino. Lo ha ...

Ghedini: Fininvest pagherà i 560 milioni a De Benedetti

Niccolò Ghedini ROMA -- "Fininvest pagherà e speriamo poi che riavrà i soldi indietro quando la Cassazione ...