iscrizionenewslettergif
bergamosvil1png
Prima periferia

Orio al Serio: ancora proteste per i voli notturni

Di Redazione11 luglio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Un aereo sopra Bergamo

Un aereo sopra Bergamo

ORIO AL SERIO — Una cinquantina di persone con striscioni e mascherine mescolate ai passeggeri in partenza per le vacanze: è la singolare forma di protesta messa in scena sabato dal Comitato “Aeroporto vivibile” di Grassobbio.

Il comitato, composto per la maggioranza da residenti della zona, lamenta le conseguenze del traffico aereo derivante dello scalo di Orio. L’aeroporto è attualmente il quarto in Italia per voli e passeggeri. Ma si trova in una collocazione decisa quando in quella zona non c’era altro che una spianata deserta fra i campi. Con il passare degli anni, tutto attorno e nelle strette vicinanze, sono stati costruiti interi quartieri. Tanto che la convivenza con il rumore assordante degli aerei in decollo, si è fatta davvero difficile.

Nei giorni scorsi un botta e risposta epistolare tra i comitati e il sindaco di Bergamo ha riacceso le polemiche. Tentorio ha detto che “con il 15 per cento del Comune nella proprietà dell’aeroporto puo’ fare ben poco”. Legambiente e i comitati di Bergamo, Cassinone, Orio, Stezzano e Grassobbio hanno chiesto a sindaco, presidente della Provincia e presidente della società di gestione un incontro sull'”emergenza ambientale, non più eludibile” e norme più severe sui voli notturni e sugli aeromobili in decollo.

Sparatoria di Sabbio, il sindaco: nessuno ci ha avvisato

Claudia Maria Terzi DALMINE -- "Siamo preoccupati per quello che è successo a Sabbio, e ancor di più ...

Ragazzina tenta il suicidio per amore bevendo ammorbidente

La corsa dell'ambulanza DALMINE -- L'adolescenza esaspera i comportamenti. E dell'età più difficile è rimasta vittima una ragazzina ...