iscrizionenewslettergif
Esteri

Barcone sovraccarico affonda nel Volga: 80 morti, diversi bambini

Di Redazione11 luglio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Immane tragedia in Russia

Immane tragedia in Russia

updated MOSCA, Russia — E’ la più grande tragedia navale mai avvenuta in Russia. E’ di 80 morti, fra cui numerosi bambini, il drammatico bilancio dell’ultimo incidente a un barcone turistico russo affondato ieri sul fiume Volga.

La nave Bulgaria è colata a picco non lontano dal villaggio di Syukeyevo, circa 80 chilometri a sud di Kazan, la principale città del Tatarstan, situata a 800 chilometri a est di Mosca. A bordo dell’imbarcazione c’erano oltre 200 persone, una settantina in più di quanto l’effettiva portata della nave consentiva.

Un sopravvissuto ha raccontato che la nave “si è inclinata verso destra ed è affondata nel giro di pochi minuti”. Squadre di soccorso sono arrivate dalle regioni vicine. Le autorità hanno riferito che l’incidente è accaduto a 3 chilometri dalla riva, ma che il Bulgaria è finito a una ventina di metri di profondità, sul fondo del letto fluviale. La Russia ha proclamato per martedì un giorno di lutto nazionale. L’imbarcazione verrà recuperata per consentire il recupero dei cadaveri ancora intrappolati.

”Secondo le ricognizioni preliminari, eseguite dai sommozzatori del Tatarstan, nella nave affondata ci sono i corpi di circa 110 persone, di cui diversi bambini”, riferisce l’agenzia Interfax citando la protezione civile della confinante repubblica dell’Udmurtia. I piccoli erano quasi tutti concentrati in una sala giochi della nave.

Barcone di turisti affonda nel Volga: 110 morti, 30 bambini

Il barcone turistico MOSCA, Russia -- E' di 110 morti, di cui 30 bambini, il drammatico bilancio dell'ultimo ...

Un giro sulle montagne russe più pericolose del mondo (video)

Le montagne russe di Takabisha TAKABISHA, Giappone -- E' costato qualcosa come 25 milioni di euro. Ma il risultato raggiunto ...