iscrizionenewslettergif
Bergamo

Tratta di esseri umani: decine di arresti anche a Bergamo

Di Redazione6 luglio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Disperati sui barconi

Disperati sui barconi

BERGAMO — L’organizzazione, dedicata allo sfruttamento dell’immigrazione clandestina, faceva arrivare disgraziati anche a Bergamo. Ma le ramificazioni criminali erano ben più ampie. La polizia sta arrestando in tutta Italia decine di persone appartenenti a una fitta rete criminale che ha fatto arrivare clandestinamente migliaia di immigrati per poi trasferirli in altri Paesi europei.

Le modalità con cui avvenivano i viaggi, sia quello iniziale verso l’Italia sia quello di “smistamento” verso l’Europa, erano a dir poco drammatiche. Secondo gli investigatori i clandestini erano costretti in costante pericolo di vita.

L’inchiesta, partita nel 2010 e condotta dagli investigatori del Servizio centrale operativo (Sco) e delle Squadre mobili di Lecce, Bologna e Ravenna, ha consentito di ricostruire l’organigramma dell’organizzazione. La rete aveva il suo vertice operativo in Grecia e in Turchia. Ed era ramificata in diverse cellule presenti nel nostro Paese a Roma, Milano, Cremona, Bologna, Bergamo, Brescia, Teramo, Ascoli e Bari.

I trafficanti di uomini facevano arrivare clandestinamente gli immigrati (soprattutto pachistani, iracheni e afghani) in Italia utilizzando per i viaggi sia piccole imbarcazioni, che puntavano sulle coste pugliesi, sia le navi di linea dirette ai porti sull’Adriatico. Una volta arrivati in Italia, i clandestini venivano trasferiti in Germania, Svizzera, Danimarca, Austria, Francia e Belgio.

Casa: i bergamaschi la preferiscono nel verde

I colli di Bergamo BERGAMO -- Non si può parlare di fuga dalla città. Ma secondo quanto reso noto ...

Aeroporti: Bergamo quarta in Italia con 7,6 milioni di passeggeri

L'aeroporto di Bergamo Orio al Serio BERGAMO -- Torna a crescere il traffico aereo italiano, e Bergamo, con il suo aeroporto ...