iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Esteri

Strauss-Kahn: metà dei francesi lo rivuole in politica

Di Redazione4 luglio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Dominque Strauss-Kahn

Dominque Strauss-Kahn

NEW YORK, Usa — Dopo un rapporto orale, concordato e consenziente, Dominique Strauss-Kahn ha rifiutato di pagare la cameriera del Sofitel di Manhattan che accusa l’ex direttore generale del Fondo Monetario Internazionale (Fmi) di averla stuprata. E’ questa l’ipotesi lanciata dal New York Post, uno dei tabloid della Grande Mela, ma gli avvocati di Strauss-Kahn smentiscono: non è stato un rapporto sessuale a pagamento. “Non c’é stato nessun litigio tra le parti perché non si é parlato di denaro”, hanno indicato oggi in una dichiarazione inviata all’ufficio newyorchese della France Presse i due legali dell’economista, Ben Brafman e Bill Taylor.

Dopo avere scritto, sabato, che la cameriera arrotonda lo stipendio come prostituta ‘occupandosi’ dei clienti dell’albergo, il Post non solo conferma la tesi il giorno dopo, ma rincara la dose. Sempre citando fonti vicine alla difesa, il tabloid di Rupert Murdoch (che era partito in quarta dedicando copertine al “perverso” Strauss-Kahn allo scoppio dello scandalo) sostiene che la donna ha continuato a vedere clienti nell’albergo di Brooklyn in cui la procura di Manhattan l’aveva sistemata per proteggerla dai giornalisti, alle spese del contribuente.

Non è successo nelle prime due settimane perché la cameriera era sorvegliata 24 ore su 24, ma poi, una volta allentati i controlli, la donna ha iniziato ad invitare diversi uomini in stanza, con regolarità. Una fonte vicina alla difesa spiega al tabloid di Rupert Murdoch che dopo il rapporto con Strauss-Kahn, “convinta che lui fosse un uomo ricco, la donna avrebbe voluto essere pagata, visto che i suoi colleghi le avevano detto che si trattava di una miniera d’oro”. L’allora numero uno dell’Fmi avrebbe rifiutato di pagarla, si sarebbe rivestito, per poi lasciare l’albergo. Lei sarebbe rimasta nella stanza per almeno nove minuti, mentre l’economista francese si preparava, furiosa ed insultandolo. In un lungo articolo dedicato alla vicenda, un sito serio come The Daily Beast di Tina Brown non esclude l’ipotesi della trappola. Intanto, Le Journal du Dimanche rivela che lo spacciatore detenuto al quale la cameriera Nafissatou Diallo (detta Ophelia) ha telefonato all’indomani della denuncia di stupro non era un amico ma il marito. I

Nel frattempo metà dei francesi vuole che Dominique Strauss-Kahn torni alla politica, ma i socialisti che se lo augurano sono molti di più. Il primo, atteso, sondaggio dopo il crollo della credibilità dell’accusatrice di Strauss-Kahn, rivela che la Francia è divisa a metà. Il 49 per centorivorrebbe in politica l’ex direttore generale del Fondo monetario internazionale, una percentuale che cresce se si considerano soltanto i simpatizzanti della gauche e che arriva al 65 per cento se vengono interrogati soltanto i socialisti. La domanda che a questo punto sorge spontanea, perdonateci, però è un’altra: ma non si è politici se non si va a prostitute?

Dubbi sulla credibilità dalla cameriera: Strauss-Kahn verso la libertà

Dominique Strauss-Kahn NEW YORK -- La credibilità della cameriera che ha accusato Dominique Strauss-Kahn di stupro è ...

Strauss-Khan: tentato strupro di una giornalista francese

Tristane Banon PARIGI, Francia -- Nuovi guai in vista per Dominique Strauus-Kahn. Dopo le accuse di stupro ...