iscrizionenewslettergif
Primo Piano

Santoro replica secco a Mentana: noi diversamente liberi

Di Redazione4 luglio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Enrico Mentana e Michele Santoro

Enrico Mentana e Michele Santoro

ROMA — Dopo le divergenze che hanno portato allo scontro con La7, novo botta e risposta tra Santoro e Mentana. “Come è noto – scrive il conduttore di Annozero in una lettera sul Fatto – Enrico Mentana non si è mai incatenato per la libertà di informazione. Anche quando aveva promesso di farlo. Pur nutrendo nei suoi confronti una enorme stima professionale, ritengo che abbiamo nei confronti del potere (economico, politico ed editoriale) atteggiamenti molto distanti. Il che ci rende diversamente liberi”.

Il direttore del Tg La7 aveva detto in un’intervista che “Santoro chiedeva assoluta libertà. L’editore, accordandogliela, rivendicava il diritto di conoscere i contenuti delle trasmissioni, dovendone rispondere. Qualsiasi giornalista non può dire o scrivere quel che gli pare. Esistono obblighi di legge”. Come dire, colpa di Santoro. Secca la replica di Santoro: “Credo di avere il diritto di determinare il contenuto dei miei contratti con la stessa autonomia senza dover subìre l’aggiunta delle sue ( di Mentana, ndr) note a margine”.

Nel frattempo Telecom Italia Media, editore di La7, ha precisato in un comunicato stampa che: “La rottura delle trattavie e’ dovuta a alla richiesta continua e perentoria effettuata dal dott. Michele Santoro di riservarsi il diritto, una volta individuato il tema della trasmissione, di modificare, anche in senso profondo, l’eventuale “premessa”, gli ospiti in studio, la scaletta, i filmati da trasmettere e quanto altro fosse necessario per gestire in totale autonomia il programma da Lui condotto, senza alcun ragionevole preavviso (erano stati concessi solo alcuni minuti)”.

“Questa richiesta, che viola le regole interne già ampiamente rappresentate al dott. Santoro che presiedono i rapporti con tutti i volti della rete – prosegue il comunicato – pone ingiustificati rischi legali di natura penale e civile (solo questi in parte manlevabili) in capo all’Editore che non si e’ ritenuto di correre. L’offerta generosa del dott. Enrico Mentana di includere il programma del dott. Santoro nella testata giornalistica, al fine di alleviare i rischi dell’Editore, e’ stata dallo stesso rifiutata poiché considerata ‘artificiosa’.

“In merito al collegamento fra quanto previsto nella “finanziaria” e la decisione di TI Media di interrompere le trattative, si conferma che le opinioni delle parti sulla gestione operativa dei rapporti fra l’Autore e l’Editore, cosi’ come rappresentato in precedenza, sono risultate inconciliabili ben prima che fosse emessa la bozza di finanziaria”. “Dunque – precisa ancora Ti Media – quanto affermato da organi di stampa è privo di fondamento reale”.

La7 rompe con Santoro. Mentana: l’azienda spieghi (video)

Michele Santoro ROMA -- Il matrimonio fra Michele Santoro e La7 non s'ha da fare. Si è ...

Mentana replica a Santoro: la libertà è una sola

Enrico Mentana MILANO -- Riportiamo la versione integrale della lettera inviata da Enrico Mentana al Corriere della ...