iscrizionenewslettergif
Politica

Il pidiellino Gianni D’Aloia verso la guida di Uniacque

Di Redazione4 luglio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La gestione dell'acqua sarà sempre più importante nei prossimi anni

La gestione dell'acqua sarà sempre più importante nei prossimi anni

BERGAMO — Bel colpo per l’esponente politico del Pdl Gianni D’Aloia. Dopo essere andata buca la nomina alla Sacbo, da sempre nel mirino, secondo indiscrezioni filtrate dai corridoi del potere il celebre avvocato sarebbe in predicato di diventare il nuovo presidente di Uniacque.

Uniacque è un importantissima società totalmente pubblica. Una Spa le cui azioni sono detenute in toto dalla Provincia di Bergamo e dai Comuni che vi partecipano. E’ stata costituita il 20 marzo 2006 e attualmente gestisce l’acqua di 150 Comuni bergamaschi. L’obiettivo finale di Uniacque è quello di unificare, non senza difficoltà, la gestione del servizio idrico integrato sull’intero territorio bergamasco, per i prossimi 30 anni. Si tratta di un mercato enorme, potenzialmente da 1,1 milioni di clienti.

Dal punto di vista degli equilibri interni al Pdl, la presidenza di Gianni D’Aloia segnerebbe un punto importante a favore della corrente che si rifà all’avvocato, titolare di un noto studio legale di Bergamo. Oltre al figlio Tommaso, assessore comunale alle Politiche della Casa, e a Fabrizio Antonello, presidente di Atb, la nomina di Gianni incrementerebbe la sfera d’influenza politica del gruppo daloiano.

Bossi: tra un mese Stucchi capogruppo alla camera

Giacomo Stucchi ROMANO DI LOMBARDIA -- Il deputato bergamasco della Lega Nord sarà presto, forse già il ...

Finanziaria: spunta la norma che fa risparmiare 750 milioni al premier

Berlusconi, Tremonti e Bossi ROMA -- Messo lì, fra le pieghe del testo definitivo della manovra economica che costerà ...