iscrizionenewslettergif
Bergamo Economia

Gestione del patrimonio: sbarca a Bergamo Sofia Sgr

Di Redazione1 luglio 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Investimenti

Investimenti

BERGAMO — Creare una struttura di consulenza semplice, competente e indipendente nel giudizio sui prodotti finanziari. E’ questa, in estrema sintesi, la filosofia che sta dietro Sofia Sgr, la società di gestione del patrimonio che ha aperto un nuova sede anche a Bergamo, in via Mazzini 48.

Sono trecento attualmente le società di gestione del risparmio presenti in Italia, gran parte della quali appartengono a gruppi bancari. Al contrario, Sofia non ha nessun legame con banche e assicurazioni. E soprattutto da questi non percepisce alcun ritorno. Questo consente alla società di analizzare e gestire i prodotti finanziari in estrema indipendenza.

Fondata nel 2006 a Milano dall’allora rettore del Politecnico Francesco Brioschi, tuttora presidente onorario, dispone di un ufficio studi che vanta una lunga esperienza nel campo dell’analisi finanziaria e nella selezione degli investimenti.

Il modello è innovativo e di semplice fruizione. Il cliente apre un conto corrente in una banca di sua fiducia e delega alla Sgr la gestione del proprio patrimonio. Gli esperti dal canto loro operano senza conflitto d’interessi, dal momento che la Sgr è completamente slegata dalla politiche commerciali di prodotto della banca. Inoltre le soluzioni sono personalizzate. E’ il cliente che sceglie profili di rischio e obiettivi di rendimento, tenendo sotto controllo ogni operazione attraverso internet.

“Ci poniamo come un soggetto istituzionale – spiega Filippo Quarti, di Sofia Sgr Bergamo – che difende esclusivamente gli interessi del cliente. In questo modo si riducono le commissioni di negoziazione e di custodia applicate dalle banche stesse”.

Dunque, un sistema di gestione del patrimonio più moderno. Sullo stile di quello presenti nella finanza del mondo anglosassone, dove peraltro queste società di consulenza mobiliare sono presenti già da tempo. “In un periodo di grande incertezza sui mercati, Sofia Sgr propone un metodo di gestione a basso rischio senza chiedere un eccessivo sacrificio al rendimento – spiega ancora Quarti -. L’investimento finanziario è suddiviso in due macro-aree. Classi a rendimento precalcolato che costituiscono il nucleo solido della gestione e garantiscono un costante flusso cedolare a rischio contenuto. E classi a rendimento atteso che hanno valenza tattica. In sintesi, si investe quando il mercato offre opportunità interessanti per trarre profitti si esce quando manifesta segnali di ribasso”.

I prodotti a disposizione sono trasparenti. Fondi comuni d’investimento, la cui quota viene pubblicata giornalmente, titoli, sicav, Etf e una linea totalmente personalizzabile, tipicamente “private”. Ai clienti che oltre al risultato desiderano condividerne e capirne le dinamiche, Sofia Sgr consente di scegliere tra titolo raccomandati mensilmente all’interno di ciascun mercato, andando ad investire negli strumenti finanziari più vicini alle proprie esigenze.

Tempi grigi per i dentisti: ricavi a picco

Un dentista BERGAMO -- La crisi si fa sentire anche per una categoria, quella dei dentisti, considerata ...

Eco di Bergamo: addio Ongis, da domani arriva Gandola

Giorgio Gandola BERGAMO -- Come ampiamente anticipato da Bergamosera, il nuovo direttore de L'Eco di Bergamo sarà, ...