iscrizionenewslettergif
Poesie

“Soffitta” di Ezra Pound

Di Redazione27 giugno 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Vieni, compiangiamoli quelli che stanno meglio di noi.
Vieni, amica, e ricorda
che i ricchi han maggiordomi e non amici,
E noi abbiamo amici e non maggiordomi.
Vieni, compiangiamo gli sposati e i non sposati.
L’aurora entra a passettini
come una dorata Pavlova,
E io son presso al mio desiderio.
Ne ha la vita in sé qualcosa di migliore
Che quest’ora di chiara freschezza,
l’ora di svegliarsi in amore.

“Ricordo di Maria A.” di Bertold Brecht

Lovers_Seated_at_the_Foot_of_a_Willow_Tree__1901 Un giorno di settembre, il mese blu, Tranquillo sotto un giovane susino Io tenni l'amor ...

“Invece di una lettera” di Vladimir Majakovskij

imageserver Il fumo del tabacco ha roso l'aria. La stanza è un capitolo dell'inferno di Kruchenych. ...