iscrizionenewslettergif
Politica

Riforma del fisco: tre aliquote Irpef, aumenta di un punto l’Iva

Di Redazione27 giugno 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Berlusconi e Tremonti

Berlusconi e Tremonti

ROMA — Tre aliquote Irpef, abolizione dell’Irap e innalzamento dell’Iva di un punto per le aliquote più alte. Sono alcune delle grandi novità contenute nella bozza di riforma fiscale allo studio del governo.

Secondo quanto rivelato dall’Ansa, sarebbe contemplato anche l’aumento dell’imposta sulle rendite finanziarie già dal 2012 con l’introduzione di un’aliquota unica al 20 per cento per finanziare la riduzione delle tasse. Mentre dalla riduzione della selva di bonus e agevolazioni fiscali il governo punta a incassare fino a 16 miliardi.

La riforma, un documento di tre pagine, prevede l’abolizione dell’odiata Irap per le imprese a partire dal 2014 e la soppressione dell’Ice, l’Istituto per il commercio estero.

Con la riduzione delle aliquote Irpef si passerà dalle attuali cinque a tre (al 20, 30 e 40 per cento). Mentre le imposte dovrebbero essere ridotte a cinque (Irpef, Iva, Ires, Irap e Imu). L’esatta definizione di scaglioni e aliquote sarà messa a punto in funzione delle risorse disponibili.

Rivoluzione anche per i bonus fiscali, 476 allo stato attuale, che costano 161 miliardi di euro. Saranno classificati in base a 11 criteri e la priorità verrà data alle voci lavoro, famiglie e giovani. Nella migliore delle ipotesi lo Stato incasserà 16 miliardi di euro.

L’aumento dell’Iva resta tra le ipotesi di copertura per finanziare il taglio dell’Irpef. La soluzione potrebbe essere l’innalzamento all’11 per cento dell’aliquota agevolata e al 21 per cento di quella ordinaria. Ma non è escluso che si possa decidere di aumentare solo l’aliquota più alta.

Dal 2012 verrà introdotta un’aliquota unica per le rendite finanziarie, probabilmente al 20 per cento con l’esclusione dei titoli di Stato. Il regime attuale prevede il prelievo del 12,5 su obbligazioni, titoli di Stato e guadagni di borsa, mentre sui depositi postali si applica il 27.

Ruby: i pm parlano di “bordello per compiacere il premier”

Nicole Minetti MILANO -- "Un sistema organizzato come un bordello, per fornire prostitute". Con queste parole il ...

Sondaggio: chi è stato il miglior sindaco di Bergamo? VOTA

Palazzo Frizzoni, sede del Comune di Bergamo BERGAMO -- Il sondaggio della settimana stavolta riguarda la conduzione della città di Bergamo. L'indagine, ...