iscrizionenewslettergif
Bergamo

Arte: i capolavori di Lorenzo Lotto nelle chiese di Bergamo

Di Redazione27 giugno 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Un'opera di Lorenzo Lotto

Un'opera di Lorenzo Lotto

BERGAMO — Torna la grande arte a Bergamo. Dal 26 giugno al 25 settembre 2011, a Palazzo della Ragione in Città Alta, è in programma la mostra “L’Estate di Lorenzo Lotto”.

Esperti dell’Accademia Carrara vi condurranno in un itinerario che, partendo dal Palazzo della Ragione, si snoda lungo i capolavori di Lotto nelle chiese cittadine e nella provincia orobica. Dalle splendide tarsie disegnate da Lotto ed eseguite dal maestro intagliatore G. Francesco Capoferri in Basilica di Santa Maria Maggiore agli affreschi della chiesa di San Michele al Pozzo Bianco. Dal Museo diocesano Bernareggi, dove è custodita “La Trinità”, alla chiesa di San Bernardino per ammirare la Pala di San Bernardino. Dalla chiesa di Santo Spirito, dove splende la pala raffigurante “Madonna in trono e Santi”, alla chiesa di San Bartolomeo si può ammirare la grandiosa Pala Martinengo, l’opera che segna nel 1513 l’arrivo di Lotto a Bergamo.

Per completare l’itinerario cittadino, si percorre via XX Settembre e poi si sale per via Sant’Alessandro, fino alla chiesa di Sant’Alessandro in Colonna dove si trova la delicata tempera del “Compianto su Cristo morto”.

Oltre a queste, saranno esposte al pubblico tutte le opere del maestro conservate nella Pinacoteca dell’Accademia Carrara, tra i quali: “Ritratto di giovinetto” e “Ritratto di Lucina Brembati”, “Nozze mistiche di Santa Caterina”, la grande “Pala Martinengo”, raffiguranti il “Martirio di Santo Stefano”, la “Deposizione di Cristo” e il “Miracolo di San Domenico”.

Lite fra amanti finisce a coltellate e “nascondino” in camera da letto

Gli agenti di polizia BERGAMO -- La scena che i poliziotti si sono trovati di fronte è stata a ...

Poste: 600 assunzioni in Lombardia, 10 a Bergamo

Un postino BERGAMO -- Seicento posti di lavoro temporanei alle Poste in Lombardia di cui una decina ...