iscrizionenewslettergif
Italia

Melania, la procura blinda le carte: divieto di pubblicazione

Di Redazione25 giugno 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Le indagini degli inquirenti

Le indagini degli inquirenti

ASCOLI PICENO — La procura di Ascoli ha emesso un divieto di pubblicazione del contenuto di alcuni atti relativi all’inchiesta sulla morte di Melania Rea. Il provvedimento riguarda anche gli avvocati delle parti e i loro consulenti.

La decisione è arrivata durante l’interrogatorio di ieri ad Ascoli Piceno di Salvatore Parolisi. Davanti ai pm il marito di Melania si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Melania Rea, 29enne di Somma Vesuviana, venne uccisa a coltellate a Ripe di Civitella (Teramo). Ieri durante l’interrogatorio il vedovo della donna, indagato per uxoricidio, si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Il divieto di pubblicazione riguarda in particolare i contenuti dell’interrogatorio, ma anche l’esito dell’autopsia. Non riguarda invece gli accertamenti sul traffico telefonico e sui tabulati.

Melania, oggi l’interrogatorio del marito accusato d’omicidio

Salvatore Parolisi ASCOLI PICENO -- Sarà interrogato oggi alle 16.30 Salvatore Parolisi. Il caporal maggiore dell'esercito è ...

Melania, il marito non parla ma pubblica il film del matrimonio

Salvatore Parolisi e Melania Rea ASCOLI PICENO -- Una mossa concordata con gli avvocati o un gesto di cattivo, cattivissimo ...