iscrizionenewslettergif
Politica

Caso Battisti: il Pdl si mobilita contro la sentenza vergogna

Di Redazione23 giugno 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Cesare Battisti

Cesare Battisti

PONTERANICA — Il Popolo della Libertà di Ponteranica si mobilita contro la scarcerazione del terrorista Cesare Battisti. Il consigliere del Pdl Luca Oriani ha presentato sull’argomento una mozione da discutere nella prima seduta utile del consiglio comunale.

“Da un paio d’anni sono amministratore di un gruppo su Facebook che si batte affinché Cesare Battisti venga estradato in Italia per scontare gli ergastoli a cui è stato condannato – spiega Oriani –. Il gruppo conta oltre 22mila aderenti che hanno età diverse, estrazioni sociali varie e orientamenti politici differenti. Nonostante ciò è un gruppo che si batte coeso per questa battaglia di giustizia; abbiamo subito attacchi da parte di chi, italiano o brasiliano, cercava di confondere le acque giustificando le azioni del governo brasiliano e finanche quelle dell’assassino Battisti”.

“Per queste ragioni – continua Oriani – avendo avuto notizia di un ordine del giorno presentato da un consigliere del PDL di Bari ho deciso di presentare la medesima mozione a Ponteranica, poiché credo che tutti gli italiani che credono nella giustizia debbano battersi con ogni mezzo disponibile affinché su questa vergognosa vicenda non cali un velo di silenzio”.

Accusato di quattro omicidi di matrice terroristica – uno dei quali a danno di un servitore dello Stato – durante gli anni più caldi delle rivolte di piazza, condannato all’ergastolo con sentenze passate in giudicato, latitante in Francia ed arrestato poi in Brasile, Battisti ha trovato libertà dopo il rifiuto dell’estradizione in Italia dello scorso 9 giugno.

L’indignazione del consigliere Oriani nei confronti di questa vicenda è elevata al punto da aver presentato all’attenzione del consiglio comunale di Ponteranica una richiesta indirizzata al sindaco affinché “si faccia portavoce in tutte le sedi istituzionali per favorire e sostenere politicamente qualsiasi tipo di ricorso che il governo italiano intenda percorrere, fino ad adire, eventualmente, la Corte internazionale di giustizia, affinché il rifiuto opposto dall’ex presidente della repubblica brasiliana alla concessione dell’estradizione venga rimosso, e Cesare Battisti possa essere assicurato alla giustizia italiana”.

“Mi auguro che questa mia iniziativa possa essere adottata da numerosi consigli comunali della provincia di Bergamo – spiega Oriani – Metto pertanto a disposizione il testo della mozione non solo dei consiglieri comunali del Popolo della Libertà ma anche di tutti quei consiglieri di ogni schieramento che di fronte a questo caso vogliono unirsi in questa battaglia di diritto e giustizia”.

Lega: tutti i segreti del “cerchio magico”

Umberto Bossi e Rosy Mauro BERGAMO -- Il nome è fra l'esoterico e l'infantile. Ma gli effetti si fanno sentire ...

Berlusconi-Di Pietro: ecco il colloquio che fa tremare la sinistra (video)

Il colloquio fra Berlusconi e Di Pietro ROMA -- "Molte persone si sono chieste e mi hanno chiesto che cosa mi sono ...