iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Esteri

Batterio killer: 8 bimbi ricoverati. I carabinieri sequestrano gli hamburger

Di Redazione17 giugno 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il batterio killer

Il batterio killer

LILLE, Francia — Sono saliti a 8 i bambini ricoverati questa mattina al policlinico di Lille, nel nord della Francia, per un’infezione alimentare legata a un tipo raro di batterio E.coli, dopo aver consumato hamburger. Le loro condizioni vengono definite ”stabili” dai medici.

I bimbi si sono sentiti male dopo aver mangiato un hamburger venduto sotto il marchio di “Steaks Country” nella catena discount Lidl. A quanto pare, la carne di tali hamburger potrebbe provenire dalla Germania, ma non solo. Sembra che su una etichetta, ritrovata a casa di uno dei bambini infettati da Escherichia coli, ci fosse scritto che la carne proveniva dalla Germania, ma su altre confezioni sospette la provenienza potrebbe essere diversa.

Il produttore degli hamburger, la società Seb, con sede a Saint Dizier (Francia nord-orientale), ha spiegato che la carne di solito viene macellata in Germania e trasformata in Francia, ma sotto esame ci sarebbero anche dei lotti prodotti in Olanda e Belgio, come riferisce il loro Ad. “Acquistiamo la carne da questo fornitore con un’etichetta che dice che proviene dall’Unione europea – spiega alla Reuters anche Jerome Gresland, portavoce di Lidl – I prodotti sono stati preparati in Francia, ma a seconda della data di scadenza e delle opportunità del fornitore, la carne può giungere da Germania, Italia, Francia, Olanda o anche da altri posti”.

Naturalmente Lidl ha ritirato dal commercio tutti gli hamburger “Steaks Country”, e nonostante non siano finiti tutti i risultati delle analisi compiute sulla carne macinata, pare che questo ceppo di Escherichia coli non sia lo stesso ribattezzato “batterio killer”, che ha finora causato 38 vittime.

Intanto i carabinieri dei Nas, su disposizione del ministro della Salute, hanno sequestrato 1570 confezioni di hamburger da 1Kg e 4mila confezioni di polpette da 900 grammi (per circa 5 tonnellate di prodotto) a marchio Steaks Country. Il sequestro, fa sapere il ministero della Salute, e’ avvenuto in provincia di Verona, nella piattaforma logistica della catena Lidl che sta collaborando ‘pienamente’.

Batterio killer in Francia: 4 bimbi ricoverati dopo gli hamburger

Alla ricerca del batterio killer PARIGI, Francia -- L'epidemia legata al cosiddetto batterio-killer, potrebbe registrare un nuovo, inquietante capitolo. Quattro ...

Batterio killer, scoperta la fonte: un ruscello vicino a Francoforte

Erlenbach AMBURGO, Germania -- Dopo tre settimane di passione, pare che la fonte deI batterio killer ...