iscrizionenewslettergif
Sport

Calcioscommesse: al setaccio i conti correnti degli indagati

Di Redazione14 giugno 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Le indagini informatiche della Polizia postale

Le indagini informatiche della Polizia postale

CREMONA — Le indagini della polizia sul calcioscommesse si spostano in ambito finanziario. A partire da oggi la squadra mobile di Cremona passerà al setaccio depositi, scambi e richieste di denaro e conti bancari di ciascuno dei 44 indagati. E poi ci sono i siti Internet per le scommesse, un altro fronte di lavoro che partirà nelle prossime ore con il coinvolgimento del servizio centrale della polizia postale, a Roma.

L’inchiesta cremonese sulle scommesse truccate non si accontenta delle ammissioni di alcuni degli indagati, non dei riscontri che emergono da documenti e agende sequestrate, né delle parole intercettate e diventate atti d’indagine. Cerca conferme anche nei movimenti finanziari dei protagonisti di questa storia, dall’indebitatissimo portiere della Cremonese Marco Paoloni al bomber ricco e famoso della serie A, il bergamasco Beppe Signori.

Per incrociare le partite sott’accusa con i passaggi dei soldi serviti a comprarle, gli inquirenti eseguiranno una lunga serie di accertamenti bancari e informatici. La polizia proverà a risalire in particolare ai contatti e alle transazioni avvenuti via internet fra alcuni degli inquisiti e i siti esteri attraverso i quali si puntava sulle partite manipolate in Italia.

Uno di quei siti (dalle indagini ne emergono diversi, uno anche albanese) si chiama Sbobet, di Singapore. È lo stesso che – dicono gli inquirenti – faceva da punto di riferimento per il cosiddetto «gruppo dei bolognesi» scommettitori (fra i quali c’è Signori), in grado sia di pianificare i risultati delle partite sia di giocare cifre molto consistenti.

Sbobet è un sito legale e accetta giocate secondo regole differenti rispetto ai siti europei: meno controlli sui grandi flussi di denaro che nelle giocate online italiane, per esempio, sarebbero segnalate alla Guardia di Finanza. E poi consente di puntare una cifra, anche per centinaia di migliaia di euro, senza il trasferimento fisico del denaro ma contando semplicemente su un fiduciario del posto che agisce per conto di chi vuole scommettere anticipando i soldi.

Le lacrime di Mondonico: non ho sconfitto la malattia (video)

Emiliano MondonicoBERGAMO -- E' riuscito a raggiungere la salvezza con l'Albinoleffe, ma Emiliano Mondonico non sa ...

Calcioscommesse: Beppe Signori torna in libertà

Beppe Signori CREMONA -- Il bergamasco Beppe Signori, arrestato per la vicenda delle partite truccate e del ...