iscrizionenewslettergif
Politica

Saffioti (Pdl): al partito e al governo serve una sterzata

Di Redazione13 giugno 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Carlo Saffioti

Carlo Saffioti

BERGAMO — “L’esito del referendum non è un fallimento per il Centrodestra. Tuttavia, è un segnale da non sottovalutare: dobbiamo voltare pagina per non trasformarlo in una sconfitta”. Lo ha detto il coordinatore provinciale del Pdl Carlo Saffioti.

“Serve una sterzata all’azione del partito e dell’esecutivo, dobbiamo cambiare – sottolinea Saffioti – il campanello d’allarme sono state le amministrative. Si è perso il feeling con gli elettori, per recuperarlo è vitale non solo cambiare a livello organizzativo, quanto cambiare linguaggio e metodo: meno risse, meno “ismi”, meno autoreferenzialità e, soprattutto, fare di più. Anche il Premier deve cambiare, a partire dal modo in cui si relaziona con l’opinione pubblica. Di fronte alle difficoltà in cui si stanno dibattendo gli italiani servono più sobrietà e soprattutto più concretezza”.

Quanto ai referendum, Saffioti non ha dubbi: “Rispetto la scelta dei cittadini, ma a essere penalizzata è l’Italia. Dopo che la moratoria del Governo ha bloccato la realizzazione di impianti nucleari, ora si esclude anche qualsiasi possibilità di fare ricerca nel settore. Soprattutto, sull’acqua la vittoria del “sì” significa mantenere tutte le inefficienze della gestione pubblica, quando invece c’è bisogno di investire per risistemare gli acquedotti e introdurre nuove tecnologie. Il referendum preclude ogni possibilità di reperire risorse private per andare in questa direzione, con in più il rischio (come accaduto in Puglia) di episodi di corruzione. Quanto al legittimo impedimento, dopo le modifiche apportate dalla Corte Costituzionale il voto referendario è diventato un fatto di scarsissimo peso”.

Bettoni (Udc): ora fermare la legge regionale sull’acqua

Valerio Bettoni BERGAMO -- "L’esito dei referendum sull’acqua conferma una diffusa e massiccia volontà popolare di mantenere ...

Referendum: il sì vince a valanga. Bergamo sotto la media

Il messaggio è più che eloquente BERGAMO -- E' stata una vittoria netta del sì. Dopo aver raggiunto il quorum con ...