iscrizionenewslettergif
Italia

Melania, il marito e la verità da piccolo schermo

Di Redazione13 giugno 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Salvatore Parolisi e Melania Rea

Salvatore Parolisi e Melania Rea

ASCOLI PICENO — Uno sfogo disperato, anche se davanti alle telecamere. Salvatore Parolisi, il marito di Melania Rea è intervenuto alla trasmissione di Retequattro “Quarto Grado” per giurare la sua innocenza nel caso dell’omicidio della giovane mamma di Somma Vesuviana.

Premesso che i giuramenti sono validi quando sono fatti davanti a un tribunale e non in uno show tv, Salvatore si sfoga, chiede di portargli l’assassino, dice di essere stato “uno s…..o con una donna che meritava solo elogi, con la moglie migliore del mondo”.

E poi nega, nega con quelle lacrime che non riescono a scendere, quando deve rispondere alla domanda che da mesi gli pongono inquirenti e giornalisti: “Non l’ho uccisa io. L’amavo più di me stesso. Era meglio che morivo io”.

E’ difficile capire da una trasmissione televisiva se si tratti di realtà o finzione. Certo Parolisi è sottoposto a una pressione mediatica spropositata che si aggiunge allo sconvolgimento interiore provocato dalla morte della moglie che, indipendentemente dal fatto che sia sospettabile o meno, deve pur provare. Il caporalmaggiore dice di non avere “scheletri nell’armadio”, se si escludono le relazioni extraconiugali che spuntano come funghi nel corso delle indagini. La storia con Ludovica su tutte. Quella storia ancora in piedi, che lui sminuisce ad una cosa da niente, ma che intanto in due anni non è mai riuscito a chiudere “perché era una brava ragazza, speravo si stancasse lei di me”. Dice che va avanti per la piccola Vittoria. Che nei suoi occhi di bimba vede la luce di Melania.

Si è sottoposto, volontariamente, a domande incalzanti, tese a far emergere dubbi e contraddizioni. Un gioco al massacro che calpesta dolore e sentimenti, mescola fatti e illazioni, pur sapendo che la tv non può certo restituirgli Melania. Allora la domanda di fondo è: perché è andato in quello studio?

Melania, l’alberghetto a luci rosse non fa di Parolisi un assassino

Melania Rea, la figlioletta e il marito Salvatore Parolisi ASCOLI PICENO -- Forse Salvatore Parolisi aveva un alcova segreta. Un bed & breakfast a ...

Melania, un testimone: ho visto Parolisi raccogliere oggetti da un campo

Salvatore Parolisi ASCOLI PICENO -- Nuovo colpo di scena nell'omicidio di Melania Rea, la giovane mamma di ...