iscrizionenewslettergif
Politica

La strappo: la Lega pronta a uscire dal governo

Di Redazione13 giugno 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Silvio Berlusconi e Umberto Bossi

Silvio Berlusconi e Umberto Bossi

ROMA — Dai corridoi del potere di Roma filtra una notizia importantissima, destinata a cambiare diametralmente lo scenario politico italiano. La Lega Nord uscirà dal governo. Bossi e i suoi uomini avrebbero già deciso la linea da seguire nel prossimo incontro con il premier, dopo il doppio smacco subito con le elezioni amministrative e i referendum di ieri.

“Alle Amministrative due settimane fa abbiamo preso la prima sberla – ha detto senza mezzi termini Calderoli – ora con il referendum è arrivata la seconda sberla e non vorrei che quella di prendere sberle diventasse un’abitudine. Per questo domenica andremo a Pontida per dire quello che Berlusconi dovrà portare in Aula il 22 giugno”.

Quel giorno è calendarizzata la verifica di governo in Parlamento. Calderoli ha messo le mani avanti: «Vorremmo evitare che, in quanto a sberle, si concretizzi il proverbio per cui non c’è il due senza il tre…”.

Se come probabile, la Lega mollerà il governo, le prospettive politiche dinanzi al paese ora sono due. O l’apertura di una crisi e della possibilità per il presidente della Repubblica di sondare se c’è la possibilità per costruire un governo tecnico (o un Berlusconi bis), oppure il ricorso alle elezioni anticipate.

Referendum: vince Di Pietro e il Pd salta sul carro

L'opinione del Pd sul referendum, nell'aprile scorso ROMA -- Nella vita, per carità, si può anche cambiare, idea. Ma quando si cambia ...

Rossi (Pd): pagina storica per la democrazia

Matteo Rossi BERGAMO -- "Il raggiungimento del quorum è una pagina di storia democratica segnata dalla partecipazione ...