iscrizionenewslettergif
Politica

Micchiché abbandona il Pdl

Di Redazione10 giugno 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Gianfranco Miccichè

Gianfranco Miccichè

ROMA — Gianfranco Micciché ha comunicato di persona a Silvio Berlusconi il suo addio ai gruppi parlamentari Pdl. In un incontro a palazzo Graziali con Arturo Iannaccone, e con il suo “Noi Sud” nella maggioranza come componente dei Responsabili, il sottosegretario siciliano spiega con chiarezza quale sia l’intento alla base dello strappo: “Dobbiamo poter incidere sulle scelte del governo e, come la Lega, vogliamo essere un partito che possa condizionare le scelte del governo”.

Ricapitolando, deputati e senatori che si riconoscono in “Forza del Sud”, il partito di Micciché, escono dal Pdl ma non dalla maggioranza e lavorano ad un patto federativo che porti alle prossime elezioni ad un partito del Sud, operazione nella quale sono coinvolti sia “Noi Sud” di Iannaccone, anch’essa forza di maggioranza ma fuori dal Pdl, e “Io Sud” di Adriana Poli Bortone.

Micciché, che spiega anche di considerare “nelle mani del presidente Berlusconi, che deciderà come vuole” il proprio incarico da sottosegretario, ribadisce dunque che il suo obiettivo è “lavorare a un partito che si presenterà alle prossime politiche. Ad oggi, ognuno rimane con il proprio simbolo, mentre stiamo lavorando ad un simbolo comune ma e’ chiaro e non si puo’ costruire un nuovo partito stando dentro un altro. E quindi – conferma – siamo usciti dai gruppi Pdl”.

Referendum, il Papa interviene: Fukushima deve far riflettere

Papa Benedetto XVI ROMA -- Alla vigilia dei referendum di domenica e lunedì prossimo, Benedetto XVI ha evocato ...

Cesare Battisti libero, poliziotti indignati

Cesare Battisti ROMA -- “Vergogna Brasile. Si interrompa immediatamente ogni rapporto di natura economica con un Paese ...