iscrizionenewslettergif
Bergamo

A Bergamo la fiera del turismo gay: comparto da 3,2 miliardi

Di Redazione10 giugno 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

A Bergamo la fiera del turismo gay

A Bergamo la fiera del turismo gay

BERGAMO — E’ stata presentata quest’oggi a Roma la prima Fiera del turismo gay che si terrà a Bergamo il 23 e 24 settembre prossimi.

“Expo turismo gay” questo il nome della manifestazione, può contare un mondo del turismo omosessuale che rappresenta circa il 10 per cento del fatturato mondiale. In Italia questo segmento rappresenta il 7 per cento del fatturato complessivo pari a circa 3,2 miliardi di euro, mentre negli Usa vale 61 miliardi di dollari.

Questo target spende in media il 38 per cento in più di un turista eterosessuale. Inoltre la spesa più grande in assoluto in un anno è quella destinata al turismo (31 per cento) seguito a grande distanza da mobili e oggetti per la casa (18) e dall’automobile (17). Generalmente si tratta poi di un turista colto: una volta giunto a destinazione nel 51,7 per cento va a trovare amici della comunità gay o frequenta bar e locali gay friendly (44,8), ma nel 49,8 per cento dei casi non perde le principali attrattive culturali e turistiche, e segue almeno un evento culturale, come un concerto o una mostra, nel 42,6 per cento dei casi. Va poi a fare shopping di beni di qualità (40,3 per cento).

Tra le mete preferite dagli italiani, la Toscana che ha uno storico atteggiamento gay friendly in Versilia. Nel medio raggio le tradizionali Canarie (Gran Canaria in particolare). Seguono Tel Aviv, Colonia e Dusserdorlf, Toronto e Vancouver.

Ospedale, guasto informatico: venerdì servizi a rischio

Gli Ospedali Riuniti di Bergamo BERGAMO -- Un guasto informatico avvenuto alle 9 di stamattina sta mettendo a dura prova ...

Albinoleffe-Piacenza: modifiche ai percorsi dei bus Atb

L'Atb point di Porta Nuova BERGAMO -- L'azienda municipalizzata dei trasporti Atb comunica che Sabato 11 giugno 2011, in occasione ...