iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Esteri

Batterio killer, contrordine: la soia non c’entra

Di Redazione7 giugno 2011 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il batterio killer dell'Escherichia coli

Il batterio killer dell'Escherichia coli

AMBURGO, Germania — Con una clamorosa retromarcia, gli esperti di salute del governo tedesco sono stati costretti a rimangiarsi quello che avevano annunciato questa mattina circa il batterio killer dell’Escherichia coli. Così come era già successo per il cetriolo, anche per i germogli di soia si profila un’assoluzione.

I primi test di laboratorio in Germania hanno decretato che la soia non è responsabile del batterio killer che ha portato alla grave epidemia di e.coli nel Paese. A riferirlo sono state fonti ufficiali sulla base delle analisi condotte su 23 dei 40 campioni sequestrati nell’azienda del villaggio di Bienenbuettel. La ricerca della fonte dell’epidemia che ha colpito la Germania e altri Paesi europei causando almeno 22 morti, secondo quanto ha riferito il ministro dell’Agricoltura della Bassa Sassonia, si sta dimostrando “molto difficile”. Le indagini delle autorità tuttavia continuano.

Batterio killer nei germogli di soia, scoperta l’azienda produttrice

I germogli di soia AMBURGO, Germania -- E' stata scoperta l'origine del batterio killer dell'Escherichia coli che ha fatto ...

Batterio killer, Fazio: la carne primo contaminante

Il batterio killer AMBURGO, Germania -- Dopo la clamorosa retromarcia del governo tedesco sui germogli di soia, continuano ...